fender stratocaster

I chitarristi di tutto il mondo si dividono fondamentalmente in due categorie: quelli che suonano chitarre Fender e quelli che usano chitarre Gibson. Ma che teniate per gli uni o per gli altri, la Fender Stratocaster è già entrata nella storia da un bel pezzo

Il 70° compleanno del marchio Fender sarà nel 2016 ed è poco ma sicuro: il fior fiore della musica rock è passato da qui. Jimi Hendrix, Dave Gilmour, Buddy Holly, George Harrison, e poi ancora Stevie Ray Vaughan, Rory Gallagher, Eric Clapton, Frank Zappa, tanto per fare dei nomi, sono solo alcuni degli artisti che l’hanno avuta tra le mani. Il risultato lo conoscete, sono diventati dei miti per intere generazioni di fans in tutto il mondo.

Fondata nel 1946 da Leo Fender, un ragazzo nato ad Anaheim in California nel 1909 che al diploma di contabile unisce la passione per la riparazione delle radio, tanto che prima ancora che parlare di chitarre elettriche, inizialmente nel suo piccolo laboratorio si costruiscono amplificatori per chitarra. La prima Fender elettrica messa sul mercato, dopo alcuni prototipi usciti del 1949, fu la Broadcaster nel 1950 – originalmente chiamata Esquire e poi Telecaster – mentre il primo basso elettrico Precision Bass arrivò nel 1951.

La Fender Stratocaster arrivò nel 1954 e da allora la musica non fu più la stessa. Questo modello di chitarra elettrica solid body non solo divenne in breve tempo il sogno di ogni chitarrista rock per il suo suono inconfondibile, ma anche una vera icona della cultura pop per le sue linee moderne ed eleganti, ancora oggi inimitabili. Come tutti i sogni che partono dalla pura passione di personaggi visionari, purtroppo anche questo non poteva durare all’infinito.

La società, nel frattempo diventata una delle più importanti al mondo nel settore degli strumenti musicali, nel 1965 fu venduta alla CBS e da allora i suoi modelli furono costruiti per una piccola parte ancora negli Usa, ma poi anche in Messico, Cina e Corea per le serie più economiche. I veri appassionati però lo sanno: non si vede più un vera Fender Stratocaster dal 1969 e per questo sono disposti a spendere cifre folli, anche a cinque zeri, per poterne suonare una, autenticamente vintage, come quella che Jimi bruciava sul palco.