Musica e medicina

Addio alla catena dei negozi Blockbuster da anni punto di ritrovo per famiglie e amici per trovare e noleggiare un film da vedersi tutti insieme. Subentrano le più redditizie farmacie e parafarmacie.

C’era da aspettarselo che prima o poi sarebbe accaduto, il fallimento della più grande catena americana di videonoleggio Blockbuster era nell’aria da qualche anno, con la concorrenza delle pay-tv e non ultimo il download illegale e la crisi generale. Cambiano i tempi e così dopo 18 anni di servizio sono scomparse le insegne gialle e blu e i caratteri cubitali dei 118 negozi di Blokbuster distribuiti in tutti Italia di cui ben 92 saranno sostituiti da negozi affiliati alla catena Essere Benessere con negozi di farmacie e parafarmacie di sicuro business.

Al videonoleggio sono subentrate centri di benessere, vendita di farmaci senza ricetta e non solo aperti 24 ore su 24. Il progetto è uno spazio polifunzionale che occuperà un’area non indifferente se solo pensiamo alla metratura dei negozi che occupavano i Blockbuster. 100 dipendenti degli 800 della catena Blockbuster saranno riassurbiti da Essere e benessere, mentre alla sono previste un totale di 400 persone. Resta da chiedersi che fine faranno gli altri ex operatori di Blockbuster che ora si ritrovano senza lavoro, ma questo è un’altro affare.