Si intitola l’Artista, è un album postumo cantato da Enzo Jannacci quando già la malattia lo aveva colpito che raccoglie alcune vecchie canzoni magari poco conosciute del suo repertorio e della canzone italiana ma tra quelle più amate da Enzo.

Il disco include anche un brano inedito intitolato ‘Desolato’ con musica di Paolo e testo dello stesso Enzo che la interpreta insieme a J-Ax. Il singolo è presentato con un video a cui partecipano molti amici di vecchia data di Enzo Jannacci e suoi estimatori, da laudio Bisio a Caparezza fino a Jovanotti, ma anche Ligabue e Fabri Fibra solo per citare alcuni dei tanti nomi che hanno voluto omaggiare con la loro presenza la figura del cantautore milanese.

Tra le canzoni de l’artista che esce anche in edizione limitata in vinile per Ala Bianca/Warner, la famosa ‘Io che amo solo te’ di Sergio Endrigo, ma anche ‘La sera che parti’ mio padre’ (Mina), ‘Passaggio a livello’ (Tenco) e tra gli altri 11 brani ‘Il tassi’ che Jannacci già registro nel 1961 come lato B del suo primo 45 giri.