Si chiama Ebru, non tutti la conosceranno ma è una arte antica nata nelle zone dell’India e dell’Iran che consiste nel dipingere con dei pigmenti oleosi nell’acqua ottenendo dipinti fluttuanti dal grande fascino che poi vengono trasferiti appoggiando un foglio di carta sulla superficie. La tecnica chiamata anche marmorizzazione per gli effetti che si possono ottenere simili al marmo o alla pietra, si suppone sia vecchia di 3000 anni e oltre che per copertine di libri veniva utilizzata per confezionare fogli di carta che servivano per documenti importanti e carte di valore in quanto il disegno è unico e irriproducibile con la stessa esatta forma e sono impossibili da nascondere eventuali cancellazioni.