Il video spettacolare della discesa con gli sci da una vetta di una montagna slovena. Chi ha avuto il coraggio di affrontare una sfida così rischiosa e apparentemente suicida?

Da quando esiste YouTube di video strani e spettacolari se ne vedono molti, così come di gente pazza che rischia la pelle in cambio di un minuto di fama. Eppure il filmato che si può vedere qui sopra della discesa con gli sci del Dolgi hrbet, una famosa montagna slovena, da parte di uno sciatore anonimo, sicuramente merita una speciale menzione.

Non ci sono effetti speciali, non c’è lo sponsor di turno a glorificare l’impresa e anche la qualità delle riprese lascia a desiderare, ma c’è la realtà emozionante di un uomo solo che scende con gli sci su una lama di neve larga un metro con strapiombi di qualche centinaio di metri a destra e a sinistra. In più, oltre alla pendenza elevatissima, la neve sembra essere dura e ghiacciata e le condizioni del meteo non sembrano ottimali. Chi ha compiuto questa folle discesa e perchè? Evidentemente si tratta di un appassionato di montagna, uno scalatore o uno sci alpinista che oltre ad un coraggio assoluto dimostra di avere nervi d’acciaio.

Anche per uno sciatore provetto solamente immaginare di essere nelle condizioni riprese nel video della discesa con gli sci del Dolgi hrbet mette i brividi. Invece questo sciatore sembra seguire con gli sci a ritroso i passi con cui è arrivato fino in cima alla vetta e di cui si vedono le impronte nella neve, con calma, facendo uno slalom che la maggioranza degli sciatori avrebbe paura ad affrontare su una pista nera o magari anche rossa qualsiasi.

Basterebbe un minimo errore, un tratto più ghiacciato del normale, uno sci che si incastra in un sasso, una scivolata qualsiasi, per perdere la vita. Invece dopo qualche ostacolo brillantemente superato, nel video si vede la montagna diventare sempre più ampia e anche noi tiriamo un sospiro di sollievo. Lo sciatore, pazzo o spericolato o semplicemente molto esperto, è salvo e ha perfino il tempo di scegliersi un posticino tranquillo, sulla cresta a un metro dallo strapiombo in bilico sulla neve dura e ghiacciata, per togliersi guanti e casco con la telecamera, per riprendersi in viso. Nel suo viso imperturbabile cerchiamo senza trovarla la risposta ad una domanda: ma cosa si prova a fare una impresa simile?