Dieta dimagrante come perdere peso

Quale dieta dimagrante seguire per perdere peso e tornare in forma? Prodotti miracolosi, trucchi anti fame e diete sbilanciate impazzano sul mercato. Meglio riconoscere il valore del cibo e affidarsi ad un esperto nutrizionista

Una dieta dimagrante veloce e ideale non esiste e il problema di perdere peso per stare meglio si scontra con uno stile di vita frenetico che vuole tutto subito. Non basta affidarsi a diete iperproteiche, regimi restrittivi integrati a frullati vegetariani detox e altri prodotti pubblicizzati per avere fisici asciutti in linea con gli stereotipi del momento o semplicemente non essere in sovrappeso. La salute è la prima da salvaguardare e gli effetti collaterali di diete fai da te possono essere gravissimi.

Oltre all’aspetto estetico, il sovrappeso può diventare un problema per la salute e malattie cardiovascolari e diabete sono le più dirette conseguenze. Meglio anticipare l’accumulo di grasso e peso in eccesso con uno stile di vita sano mangiando di meno: dieta mediterranea, attività fisica e pratica di meditazione sono alla base del benessere della persona. E quando il problema esiste davvero e viene sentito dalla persona come una necessità innegabile, diventa prioritario affidarsi a un esperto in nutrizione. Solo uno specialista infatti è in grado di creare una dieta dimagrante personalizzata bilanciata con controlli periodici ed esercizio fisico regolare in base alle possibilità fisiche della persona.

Tendenze nell’alimentazione

Secondo il rapporto Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), gli italiani dedicano sempre meno tempo alla cucina e alle scelte alimentari. Mancano le occasioni per dedicarsi a pianificare una dieta corretta benchè la maggior parte delle persone si dica consapevole dell’importanza di una corretta alimentazione. Lo stile di vita frenetico rispecchia l’approccio al cibo delegato alla ristorazione e al food delivery con nuove mode alimentari che hanno poco a che fare con la cucina mediterranea.

Le tendenze in Usa intanto rivelano una vera rivoluzione delle abitudini alimentari della popolazione più ricca: il cibo diventa un modo per esprimere identità e appartenenza. La conferma arriva dalla Communications Pollock, leader nel campo della nutrizione e sanità: gli americani vogliono alimentarsi bene. E lo fanno scegliendo alimenti biologici, mangiando prevalentemente cereali integrali, frutta e verdura di stagione assecondando i principi della dieta mediterranea riconosciuta come la migliore. Lo stessa Fondazione AIRC ha pubblicato un vademecum completo di ogni indicazione sulle quantità di alimenti necessari ogni giorno secondo età e sesso.

Cosa mangiare a dieta

Per non ingrassare in ogni caso le linee guida da seguire sono quelle di ChooseMyPlate, una guida pubblicata dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. Di facile comprensione (esiste una versione pdf anche in italiano) aiuta a calibrare nelle giuste proporzioni gli alimenti da assumere quotidianamente. E’ rivolta a bambini, giovani, studenti adulti e anziani. Più che di dieta dimagrante si parla di stile alimentare sano offrendo una serie di strumenti e calcolatori che aiutano a scegliere cibi e attività fisica.

Stop a proteine in eccesso, carboidrati e grassi. Le percentuali di sodio, grassi saturi, zuccheri che sono da ridurre drasticamente. Il piatto bilanciato risulta composto per metà di verdure e frutta. L’altra metà da cereali integrali e da una piccola porzione di proteine. Forse è un addio definitivo alle diete fai da te sbilanciate che non risolvono niente e possono essere addirittura dannose per la salute?

Via libera ad alimenti naturali, freschi, biologici e all’utilizzo di spezie in cucina per la preparazione ricette provenienti da ogni parte del mondo. I piatti etnici sono sempre più presenti nei menù quotidiani di molte famiglie. Molta attenzione è rivolta alle virtù dei cibi in base alla provenienza. Ovviamente sono da eliminare bevande gassate zuccherate da sostituire con acqua.

Dieta dimagrante con meno calorie

Dimagrire può volere dire accettare qualche piccola sofferenza, almeno all’inizio, quando si tratta di cambiare abitudini in maniera graduale per diminuire l’apporto calorico. Serve affidarsi a persone competenti capaci di elaborare una dieta personalizzata che non esclude nè esalta alimenti particolari ma prende in considerazione tutti i gruppi, dai cereali ai grassi. Lontano dalle leggende dietetiche basate su false convinzioni.

Variare l’alimentazione è un’altro importante punto da valutare dato che non esistono alimenti capaci di apportare tutti i principi nutritivi: più la dieta è diversificata e più risulta completa e sicura dal punto di vista nutrizionale. Attenzione alle quantità: ogni sostanza può essere benefica o dannosa, dipende dalle dosi e da chi le assume. Una dieta povera e frugale risulta essere la soluzione ideale per mantenersi in salute e allontanare il sovrappeso. La nostra tradizione ci viene in aiuto con la dieta mediterranea dichiarata patrimonio dell’Unesco che tutto il mondo ci invidia. Ma allora come mai risultiamo essere tra le nazioni con il più alto indice di obesità e sovrappeso?

Trovare il peso forma

Abolire intere categorie di alimenti e negarsi qualsiasi gioia legata al cibo si rivela controproducente: bisogna imparare a moderarsi e seguire i consigli degli esperti. Passione per la buona tavola e la cucina possono andare d’accordo con la dietetica: trucchetti e strategie che aiutano a dimagrire senza deprimersi e continuare a seguire il proprio piano alimentare senza indugi. Focalizzarsi sulla qualità dei cibi piuttosto che sulla quantità e privilegiare le modalità di presentazione del piatto diventa un modo per appagare i sensi: cucinare con le erbe aromatiche e spezie, colorare il piatto con verdure diverse e scegliere le materie prime migliori. E trasgredire, un giorno alla settimana è concesso senza sensi di colpa.

Ai giorni nostri con l’avvento dei social network e della pubblicità mirata è ancora più difficile non farsi influenzare da falsi miti, soprattutto quando il coinvolgimento tocca nel profondo la sensibilità della persona. Leggende dietetiche e diete di moda per l’industria delle diete è un vero e proprio business: ma una dieta dimagrante personalizzata deve essere creata da specialisti che valutano gli aspetto della vita del paziente. Ogni organismo ha esigenze nutrizionali diverse! Mettersi a dieta non è un gioco, è un passo importante che va ad influire sull’equilibrio della persona. Bisogna esserne convinti. Gli esempi proposti dai media sono un indice della percezione di cosa vuol dire dimagrire. La prova è sotto gli occhi di tutti.

Calcolo del peso ideale

Raggiungere il peso forma ideale può essere un traguardo legato al benessere della persona a cui bisogna arrivare con gradualità, rispettando l’equilibrio e il funzionamento del proprio organismo. A volte basta modificare alcuni stili di vita e con semplici accorgimenti è possibile arrivare a risultati accettabili fermo restando che il consulto di un dietologo risulta di fondamentale importanza. Calcoli e cifre solo attendibili solo in parte, bisogna tenere in considerazione anche il metabolismo, massa grassa, struttura ossea e soprattutto la pratica fisica.

Calcolare l’Indice di Massa Corporea tenendo ben presente il lavoro che il corpo deve svolgere nella giornata è fondamentale. La guida semplice e immediata di Altro Consumo aiuta a capire il fabbisogno calorico in una giornata per programmare un’alimentazione equilibrata che include proteine, carboidrati e grassi nelle giuste proporzioni insieme al giusto fabbisogno di vitamine, minerali e oligominerali.

Come mangiare per dimagrire

Una dieta dimagrante per dimagrire non può non osservare semplici consigli per uno stile di vita sano da consolidare a tavola. Ad esempio non saltare i pasti e fare un’abbondante colazione. Oppure mangiare in tranquillità assaporando e masticando bene. Fino a sviluppare una sorta di meditazione come ascolto sensitivo. Flessibilità e rispetto del valore simbolico del cibo sono aspetti da non trascurare.

Perdere peso significa anche mangiare meno cambiando le abitudini. Esistono dei piccoli accorgimenti che se rispettati quotidianamente aiutano a trovare il giusto equilibrio. Ridurre le porzioni non significa negarsi la soddisfazione di assaporare una pietanza cucinata con amore e presentata con raffinatezza. Magari con un sottofondo di musica rilassante o una playlist perfetta per ogni occasione. L’importante è non cadere nella trappola dell’ossessione da cibo, allontanare le restrizioni e mantenere il piacere di mangiare.

Dimagrire mangiando dolci?

Perdere peso senza rinunciare al dolce è il sogno di tutti i golosi. La giornalista americana Karen Wheeler, ci ha scritto il libro: ‘La dieta di Maria Antonietta: mangiare torte perdendo peso’, che descrive il segreto della proverbiale golosità di Maria Antonietta e della sua invidiabile linea. Ovvero gli orari di acquisizione di dolci, zuccheri e carboidrati e le giuste porzioni da assumere durante i pasti. Secondo questa dieta iniziare la giornata con una colazione golosa è quello che ci vuole per alzare il morale e fare il pieno di energie.

Concentrare zuccheri e carboidrati la mattina è un ottimo espediente, poi l’importante è proseguire con un pranzo a base di carne o pesce bolliti con verdure poco condite, per finire con una cena leggera a base di un brodo cucinato con un osso di carne o un passato di verdura. Inoltre sono previsti piccoli snack a metà mattina con un frutto e nel pomeriggio uno yogurt o un poco di mandorle. Risultati? Si possono perdere fino a 10 chili in 10 settimane, o almeno così dicono gli esperti. Oltre a privilegiare il momento della colazione, è la cena che fa la differenza: deve essere consumata prima delle 20 e sempre sotto forma di zuppa o minestra per aiutare l’organismo a limitare le calorie ingerite e dare un senso di sazietà generale.

Dieta dimagrante al miele

Una versione più recente della dieta dimagrante di Maria Antonietta, è quella del noto sportivo e farmacista inglese Mike Mcinnes. In questo caso per dimagrire basterebbero due cucchiaini di miele prima di andare a letto, che bruciano le calorie e fanno tacere il cervello. Innescando un meccanismo biologico di appagamento da dolce e carboidrati, in questo modo si potrebbero perdere fino a 3 kg a settimana semplicemente attivando il metabolismo e bruciando i grassi in eccesso.

Ma per dimagrire davvero un pò di miele non basta. Serve abolire lo zucchero e le patate, limitare drasticamente la frutta e scegliere pane e pasta integrali in piccole dosi, mentre il via libera è concesso solo alla verdura. E i dolcetti? Senza esagerare, a patto che siano preparati con un poco di miele. Naturalmente l’attività fisica gioca un ruolo importante, per chi poi si occupa principalmente di problemi nutrizionali come Mike Mcinnes, un pò di jogging o anche la camminata veloce sono sufficienti ad aiutare chi vuole dimagrire e stare meglio anche dal punto di vista psicologico.

Dimagrire: guide consigli prodotti

Come dimagrire? Bisogna rendersi conto che non esistono miracoli a uso standar diffusi tramite i media, ma per stare bene conta lo stile di vita. Il segreto è individuare le cattive abitudini che possono influire negativamente aumentando le calorie introdotte e non bruciate nell’organismo. Ad esempio l’attività fisica gioca un ruolo fondamentale insieme a una giusta dose di volontà e determinazione

Obesityday La carta dei valori della Dieta Mediterranea come modello sano e sostenibile che va oltre a un elenco di alimenti ma promuove la cultura e la condivisione e socializzazione tra i popoli

FondazioneVeronesi Un esempio di mangiare sano per dimagrire: la piramide alimentare che sta alla base della Dieta Mediterranea

Mypersonaltrainer Un’intera sezione è dedicata al dimagrimento con tutte le problematiche connesse. Articoli diversi per trattare il tema del ritrovare il proprio peso forma facendo sport

Riza Utilizzare la medicina naturale per rimettersi in forma? Questi articoli spiegano come fare, quali alimenti privilegiare, quale tecniche adottare per ritrovare il benessere

Saluteebenessere Cosa vuol dire dimagrire e come si può intraprendere un percorso di questo tipo senza cadere negli eccessi. Una serie di indicazioni e consigli per scegliere in maniera consapevole il proprio regime alimentare

Dietadimagrire Un intero sito dedicato al dimagrire. Errori da evitare per perdere peso in maniera serena, a piccoli passi, seguendo alcuni consigli e linee guida da adottare quotidianamente