Dolci di Carnevale

Secondo la giornalista americana Karen Wheeler, autrice del libro ‘La dieta di Maria Antonietta: mangiare torte perdendo peso’, il segreto della proverbiale golosità di Maria Antonietta e della sua invidiabile linea sono gli orari di acquisizione di dolci, zuccheri e carboidrati e nelle porzioni da assumersi durante i pasti.

Iniziare la giornata con una colazione golosa è quello che ci vuole per alzare il morale, fare il pieno di energie e allontanare quell’insistente desiderio di dolce che persiste durante il giorno. Ecco cosa prescrive il regime dettato dalla celebre regina Maria Antonietta descritto nel libro di Karen Wheeler in collaborazione con esperti nutrizionisti. Si parla di una dieta equilibrata che aiuta a perdere peso facilmente senza troppe rinunce, da adottare come un vero e proprio stile di vita, un’abitudine da salvaguardare in barba alle diete iperproteiche che bandivano i dolci dalla tavola insieme a zuccheri e carboidrati portando a gravi squilibri metabolici in tutto l’organismo.

Concentrare zuccheri e carboidrati la mattina è un ottimo espediente, l’importante è proseguire con un pranzo a base di carne o pesce bolliti con verdure poco condite per finire con una cena leggera a base di un brodo cucinato con un osso di carne o un passato di verdura. Inoltre sono previsti piccoli snack a metà mattina con un frutto e nel pomeriggio uno yogurt o un poco di mandorle. Risultati? Si possono perdere fino a 10 chili in 10 settimane, o almeno così dicono gli esperti. I segreto? Oltre a privilegiare il momento della colazione, è la cena che fa la differenza: deve essere consumata prima delle 20 e sempre sotto forma di zuppa o minestra per aiutare l’organismo a limitare le calorie ingerite e dare un senso di sazietà generale.