I dati ufficiali Istat relativi al tasso di natalità degli italiani del 2011 non si conoscono ancora, ma si conoscono quelli di un grande città come Milano: nel 2011 le nascite da genitori italiani diminuiranno di oltre il 6%.

Trenta e quarantenni italiani sempre più alle prese con problemi economici e di lavoro? E’ sufficiente dare un occhio alle statistiche sulla natalità per rendersene conto. A Milano ad esempio le nascite nel 2011 nei primi dieci mesi del 2011 sono state 14.796 contro le 15.774 dello stesso periodo 2010, con una diminuizione di oltre 6 punti percentuali.

La tendenza negativa delle nascite si era comunque già vista anche a livello nazionale negli anni 2009 e 2010 e con tutta probabilità seguirà il trend di Milano anche nel 2011. Contemporaneamente al calo di nascite di figli da entrambi genitori italiani, a Milano e in Italia si assiste ad un continuo aumento di nati da coppie straniere. Nella città lombarda il fenomeno è vistoso: 3.213 bimbi nati da genitori stranieri nel 2011 contro i 2.373 del 2010 che significa il 26% in più. Insomma da una parte il calo di bimbi italiani è del 6%, dall’altra l’aumento di bimbi stranieri è del 26%. Qualcosa starà pure a significare: tra precarietà. costo della casa, mancanza di lavoro e di soldi, avere un figlio può diventare proibitivo per molti milanesi e italiani, considerando che dalle stime del 2006, il costo di un figlio, dalla nascita alla laurea, va dai 230 mila ai 300 mila euro.

,