regali di natale

Un Natale senza fiocchi per le famiglie italiane alle prese con la crisi economica. Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori la situazione si è rivelata anche peggiore del previsto.

Secondo i dati rivelati nelle grandi e piccole città italiane, i consumi natalizi quest’anno sono scesi a 166 euro a testa, con un spesa complessiva in Italia di 4 miliardi di Euro, rispetto ai 4,4 miliardi del 2010. In particolare crollano le spese di Natale per mobili, arredamento ed elettrodomestici (-24%), ma anche per settori di articoli e accessori personali come l’abbigliamento e le calzature (-18%), vacanze e viaggi (-8%), profumi e cura della persona (-7%). Ci rimettono anche i bimbi (giocattoli -3%), mentre la tendenza al risparmio ha colpito anche le cene e pranzi natalizi (alimentazione -1,5%).

Stabile il settore dell’editoria con libri e cd che non hanno perso il loro appeal tra i regali di Natale, grazie ai forti sconti applicati dai negozi e al prezzo accessibile che in questo periodo li rende alternativa ideale da piazzare sotto l’albero. In crescita solo il settore dell’elettronica di consumo (+1%): smartphone e tablet evidentemente sono considerati beni sempre più irrinunciabili dagli italiani.

Vedi Consumatori