creazione di un sito con pc portatile

Come creare un sito o un blog con un proprio nome dominio utilizzando WordPress e templates preconfezionati. Guide webmaster gratis per imparare a realizzare siti belli ed efficienti per vendere prodotti e guadagnare online

Creare un sito web da zero non è una impresa facile ma nemmeno impossibile allo stato attuale delle cose. Per cui, oltre ad affidarsi a professionisti del settore e webmaster, potrebbe essere utile conoscere quali sono i metodi e le tecniche per affermare la propria presenza online con un portale di contenuti, blog o negozi online con cui mettersi a vendere prodotti al pubblico della rete. E’ quello che cercheremo di spiegarvi in questa breve guida.

Creare un sito significa inserire dei contenuti in rete, ovvero dei file, di testo o immagini, su un dominio personale perchè venga letto attraverso i browser su pc o smartphone. Per fare in modo che questo accada, e che ad ogni azione dell’utente corrisponda una variazione della schermata, ovviamente bisogna rispettare alcune direttive standard e metodi di programmazione. Se questo potrebbe sembrare un ostacolo impossibile, in realtà esistono delle forme semplificate di interfacce grafiche che consentono di semplificare molto le cose.

Importanza di creare un sito

Creare un sito o un blog può essere utile fondamentalmente per tre motivi: il primo legato al commercio di cose o servizi, il secondo alla comunicazione di marchi o prodotti, e infine per la diffusione di articoli, notizie e contenuti. All’inizio di internet tutte queste esigenze riguardavano solo le grandi o medie aziende, mentre oggi realizzare siti può interessare a tutti: a piccoli produttori o artigiani che vogliono mettersi a vendere prodotti sul web; a imprese che mettono in mostra i loro servizi e a giornalisti e a pubblicisti o blogger che scrivono articoli online.

Così come l’utilizzo di siti si è evoluto ed esteso, tanto che su internet esistono miliardi di pagine web, così creare un sito nel frattempo è diventato sempre più semplice. Oggi non serve più essere esperti di programmazione web per cominciare una attività online. Anche se per progetti sofisticati o complicati è comunque necessario rivolgersi ad aziende specializzate e a webmaster, in questo articolo vedremo alcune soluzioni che consentono di costruire la propria presenza online in modo abbastanza semplice.

Come creare un sito web

Negli ultimi anni i metodi per creare un sito web si sono molto evoluti. Inizialmente si trattava di pagine statiche realizzate su computer con appositi editor in grado di trasformare testo e grafica in linguaggio html da inviare sul server online con client ftp. Oggi invece si è passati alla gestione on cloud di tutto il processo di creazione e invio, attraverso sistemi di gestione dei contenuti (CMS) che rendono il lavoro del webmaster molto più semplice.

Sistemi come WordPress sono sempre più utilizzati nella creazione di blog e di grandi portali in cui la realizzazione dei contenuti è condivisa anche da più persone. Mediante l’utilizzo di temi pre confezionati, che si possono trovare gratis o acquistare a basso prezzo, anche la gestione della parte grafica del web design diventa di più facile rendendo le pagine online perfettamente compatibili per l’utilizzo su smartphone, tablet e monitor pc desktop.

Creare un sito e diventare webmaster

Il webmaster è la figura professionale che si occupa di realizzare siti e gestirne il funzionamento. Anche se oggi il suo lavoro si è molto ampliato rispetto ad un tempo, con specializzazioni dai contorni sempre più indefiniti, rimane pur sempre il professionista che si occupa di creare un sito e metterlo online. I problemi arrivano dopo perchè, oltre a costruire una casa, è necessario che qualcuno che la visiti. Su internet affinchè ciò accada è necessario prendere moltissimi accorgimenti pratici, tra programmazione, web design, usabilità e accessibilità e altro ancora.

Sono infinite le variabili per chi vuole imporre la propria presenza online, ovvero avere molti visitatori, lettori o acquirenti e un buon webmaster deve avere un’idea completa di tutto. Sono moltissime le nozioni che si devono conoscere per realizzare un buon sito web, bello, ricco di contenuti, veloce da caricare e ottimizzato dal punto di vista seo per i motori di ricerca. Chi crea un sito o un blog e ha ambizioni di successo, oltre ad essere imprenditore di se stesso, deve mettersi in un’ottica di intraprendere un percorso di formazione a livello di grafica, programmazione, giornalismo ed essere sempre informato sulle ultime tendenze nel mondo della tecnologia e della società.

Guide webmaster per creare siti

Creare un sito bello, efficiente e soprattutto molto visitato, significa unire un aspetto gradevole a velocità e accessibità. Un sito moderno oramai deve essere progettato in responsive design in modo da esserecompatibile su tutti i dispositivi, dal desktop allo smartphone. In un panorama così vasto si può cominciare dal seguire delle guide per webmaster come punto di partenza per approfondire i vari argomenti e strumenti per ottimizzare un sito. Ecco dove reperire informazioni e consulenza sui temi di usabilità, accessibilità e comunicazione online centrata sull’utente e sugli standard utilizzati nel web. Sono scritte da specialisti che hanno una vasta esperienza di gestione di contenuti su internet.

WebmasterAcademy E’ una guida scritta direttamente da google per permettere a chi crea siti di creare pagine che rispettino tutti i requisiti per comparire nei motori di ricerca

Webmasterpoint Guide webmaster e manuali per imparare a creare siti: tutorial di programmazione e tante risorse su programmi javascript, dhtml

Mrwebmaster Si propone come punto di riferimento sul web publishing per webmaster italiani. Contiene manuali, guide, script, programmazione, asp, html, php, css, gif animate, true type font, ecc

Iwa Associazione professionale non-profit leader mondiale nel fornire principi e certificazioni di formazione per le professioni in Rete

Website Guide Webmaster per principianti. E’ scritta in inglese ma chiarisce molto bene quali sono i compiti e le attività che è necessario intraprendere per gestire siti web online

Html L’usabilità come prima arma di accessibilità siti web per trattenere l’audience e consentire ai visitatori di lavorare con il nostro sito in modo facile e veloce.

GuidaGoogle Un insieme di norme consigliate da Google che vanno dall’accessibilità dei siti web fino al rispetto delle regole sulla qualità dei contenuti e delle pagine messe in rete. Osservarle è fondamentale per essere considerati e trai primi nei risultati di ricerca dei motori.

Webusabile Community di designers, sviluppatori web, studenti universitari, ricercatori e di tutti coloro che si interessano di fenomeni legati alla rete. Propone risorse sulla usabilità e accessibilità dei siti Web, approfondimenti su eventi nazionali ed internazionali, mailing-list tematiche (usabilità e accessibilità web), una newsletter e molto altro ancora

Webaccessibile Una risorsa in lingua italiana sull’accessibilità con la finalità di rendere chiaro e trasparente l’obiettivo di accesso universale di internet: ultime novità, interventi ed eventi del World Wide Web Consortium

Guidausability Guida sull’usabilità (Web Usability): indicazioni per creare siti web funzionali e semplici da usare tra articoli, tutorial, libri e approfondimenti di ogni tipo

Meglio creare un sito o un blog?

Se vi piace scrivere e volete mettervi in gioco pubblicando le vostre idee, più che creare un sito serve creare un blog. Il blog è una specie di magazine o rivista, ma oltre ad essere utilizzata da scrittori, giornalisti ed editori, può servire per scrivere contenuti e pubblicarli online da blogger e privati cittadini appassionati di qualsiasi argomento. Su internet esistono moltissimi blog italiani famosi letti ogni giorno da milioni di persone. Per chi non ha nessuna conoscenza tecnologica specifica, realizzare un blog può essere più semplice rispetto a creare un sito utilizzando piattaforme preconfezionate messe a disposizione online dai fornitori.

Viceversa è necessario creare una propria piattaforma occupandosi di scegliere e registrare un nome dominio e trasferire il tutto su un servizio di hosting che ospita i file del sito. Se volete creare blog con una grafica personale accattivante a cui aggiungere immagini o altri contenuti è richiesta un minimo di conoscenza di programmazione. Gestire un sito online significa affrontare una serie di problematiche che, come abbiamo visto in precedenza, di solito gestiscono i webmaster. Stiamo ad esempio parlando di aspetti legati alla grafica del sito, alle strategie per farsi conoscere del webmarketing. Ma la cosa più importante rimane senz’altro il tema del posizionamento e dell’ottimizzazione e tutto quanto concerne la tenuta in attività di un sito web.

Se iniziate ad avere dei dubbi circa la fattibilità del vostro progetto e dovete creare un sito blog non vi scoraggiate. Di lavoro ce n’è davvero molto da fare prima di pensare di guadagnare con un sito ma non è impossibile. Ci sono migliaia di blogger che hanno trasformato la passione dello scrivere in lavoro. Di seguito ecco una serie di servizi per creare blog, da quelli più semplici e immediati, fino ai software da utilizzare online che richiedono un minimo di conoscenza. Il più famoso dei quali è WordPress di cui parliamo qui sotto.

Fare un blog con WordPress

WordPress è il più utilizzato CMS (content management system) gratuito che permette, una volta acquistato un servizio di hosting e un nome dominio, di creare blog e pagine in modo molto personale, accurato e professionale. Il grande vantaggio è che il proprio sito avrà direttamente un indirizzo url del tipo nomedominio.it. Moltissimi portali e siti negli ultimi anni poi sono stati sviluppati con WordPress, una piattaforma che consente di risparmiare moltissimo tempo nella realizzazione di un sito con buonissimi risultati a livello di grafica e di accessibilità.

WordPress è quindi un software di elaborazione e creazione siti web direttamente online. Non serve installare programmi sul computer, tutto il sito e gli articoli vengono progettati e pubblicati online. Si è imposto di gran lunga come cms più utilizzato perchè oltre ad essere gratis, è aggiornato in continuazione e implementa un numero infinito di plug in per rendere le proprie pagine più belle, interattive e dinamiche sotto ogni punto di vista sia grafico, che tecnico e gestionale.

Piattaforme per creare blog

Se si utilizzano le piattaforme per blog non è necessario sapere creare un sito e occuparsi di nulla a livello tecnico. Il limite è che l’apsetto e la grafica non saranno mai originali, ma scelti da template in cui tutti gli altri blogger potranno avere accesso. Inoltre non potrete avere un vostro nome dominio esclusivo.

Blogger Uno spazio offerto da Google dove pubblicare e creare blog gratis con tutti i tuoi pensieri, interagire con altri blogger e molto altro

LiberoBlog Un servizio italiano per comunicare in maniera semplice ed immediata. E non solo, è possibile visualizzare i blog ospitati e molto altro

BlogVirgilio ll modo per pubblicare materiale in Rete in maniera semplice ed immediata attraverso un indirizzo url che tutti gli utenti possono creare senza problemi

BlogTiscali Scegliere il colore, il carattere, l’impaginazione, e molto altro per rendere l’unicità del proprio sito senza aver bisogno di conoscere il linguaggio della programmazione

Movable Type Una delle piattaforme molto utilizzate in passato per la creazione di blog sul proprio spazio hosting. Ha caratteristiche dedicate ad una utenza professionale.

Software e client per siti web

Come abbiamo visto il mondo della creazione di siti oggi si è evoluto verso l’utilizzo di CMS che consentono di gestire o creare nuove pagine direttamente on the cloud. Tuttavia anche in questo caso possono servire una serie di programmi per sviluppare progetti più sofisticati o semplicemente per inviare al server nuovi file, caricando pagine o immagini modificate in locale sul server del servizio di hosting. Ciò avviene con appositi software chiamati client ftp di cui di seguito segnaleremo i più utilizzati.

Microsoft Design e sviluppo I programmi di creazione siti successori a Frontpage, più noto strumento per la progettazione e la gestione di siti Web Creato direttamente da Microsoft

Creative Cloud Le nuove suite di prodotti Adobe per crare siti on cloud: Dreamweaver, Flash Professional, Fireworks, Contribuiti e FlashPaper

Dreamweaver Creazione siti web ed applicazioni dall’aspetto professionale. Permette di progettare efficacemente, sviluppare e gestire i siti web e applicazioni basate sugli standard. Una soluzione completa per aggiornare, gestire e pubblicare portali in ambito commerciale

Flash Un programma avanzato di creazione siti web interattivi con video, grafica e animazioni, contenuti digitali accattivanti e di forte impatto

Filezilla Un client ftp gratis ma non per questo non dotato di buone caratteristiche, oltre ad essere molto semplice da usare. Solitamente è consigliato dalle stesse società di hosting per la sua piena compatibilità con tutte le versioni di sistema operativo e file

Ws ftp Conosciuto software che si può scaricare e provare gratuitamente per 30 giorni. Aggiornato di frequente è stabile molto semplice nella configurazione per tutte le versioni di Windows

Globalscape Ottimo client ftp a pagamento. Oltre alla tradizionali caratteristiche, include un modo per scambiarsi file sicuro e di tipo professionale

Smart Ftp Un programma gratuito per Windows per trasferire file dal computer locale al web. Supporta una infinità di estensioni ed è personalizzabile a piacimento

FTPVoyager Software semplice per usare per trasferire file dal proprio computer ai siti che si trovano sul server online

Bulletproof Ha la possibilità di copiare file anche via http, utilizzando direttamente l’indirizzo dal browser. La velocità dell’upload e del dowload dipende dalla linea disponibile

Leech Ftp Un client ftp semplice e gratuito ma perfettamente funzionante sia per sistemi windows che per altri. Come al solito aiuta a gestire portali piccoli e di grandi dimensioni

Crere un sito e guadagnare

Quali sono i metodi per guadagnare online? Creare blog oppure avere un’idea brillante che consenta di vendere dei prodotti? Internet offre molte opportunità a chi è animato da entusiasmo e passione. Esiste la possibilità di aprire online un negozio su eBay o Amazon oppure utilizzare il servizio ‘Bloomming’ per vendere qualsiasi tipo di merce. Come abbiamo visto per creare un sito o blog o non sono necessari investimenti enormi. Certo aiuta essere esperti di informatica e bisogna sapere che il fai da te può comportare un impegno molto gravoso da un punto di vista intellettuale e di conoscenza, ma in questo modo ogni futura modifica al proprio progetto può essere fatta immediatamente e senza spesa.

Se volete capire come guadagnare con un sito questo articolo cercherà di chiarirvi le idee ma prima serve una breve parentesi introduttiva. Oggi su internet tutti siamo in qualche modo produttori di contenuti. Basta collegarsi ad un social network famoso per capire come ci siano miliardi di persone in tutto il mondo che pubblicano testi e immagini. Lo fanno gratis, nessuno li paga, anche se sono il vero motore di tutta la faccenda. Facebook, Twitter mettono semplicemente a disposizione una piattaforma da riempire di pensieri e devono tutto ai propri utenti. La voglia di apparire, esprimersi, comunicare, condividere e quindi esistere, fa il resto.

Su internet però scrivono anche giornalisti pubblicisti esperti di ogni materia che non si limitano a pubblicare post su Facebook, ma aprono siti e blog, anche molto letti e frequentati. Per questi nuovi scrittori online si apre la possibilità di guadagnare con un sito inserendo pubblicità negli articoli. E’ quindi sufficiente creare un blog scrivendo i propri pensieri per diventare ricchi? Ovviamente no. Non è certo facile guadagnare soldi lavorando ad un proprio progetto editoriale online. Blogger e influencer dei più vari settori ci provano ogni giorno e utilizzando il servizio Adsense di Google, alcuni hanno trasformato la loro passione della scrittura in lavoro.

Come guadagnare con un sito

Tutti leggiamo quotidianamente decine di portali di notizie o informazioni online. Ci sono i quotidiani nelle versioni elettroniche, riviste di ogni genere e grado, ma anche blog e altri siti di informazione. Prima di internet chi voleva pubblicare un qualsiasi giornale doveva disporre di finanziamenti cospiqui per mettere insieme una redazione di giornalisti che scrivessero articoli da stampare su carta. Le vendite in edicola e la raccolta pubblicitaria rappresentavano le entrate che consentivano agli editori di svilupparsi.

Con internet tutto è diventato molto più semplice. Creare un blog può costare solo qualche centinaia di euro, ma il concetto non cambia: chi vuole guadagnare con un sito ha bisogno di lettori e pubblicità. Quanti lettori? Molti. Il mondo online per essere remunerativo ha bisogno di grandi numeri: servono centinaia di migliaia o milioni di utenti al mese. Solo una esigua percentuale cliccherà sui banner in grado di generare profitti. Se volete dare un occhio ai siti più visitati, capirete che malgrado tutto, in testa ci sono quasi esclusivamente grandi gruppi editoriali. Riassumendo per guadagnare con un sito servono:

  • Buoni contenuti originali Bisogna sapere scrivere bene ed essere esperti di qualche argomento. Le nicchie di mercato possono offrire i rendimenti migliori.
  • Essere esperti di Seo ovvero conoscere le strategie per essere primi sui motori di ricerca. La Search Engine Optimisation è uno dei fattori principali per il successo di un blog o di un sito di informazioni online.
  • Inserire pubblicità sul sito La pubblicazione di banner e annunci è il mezzo migliore per guadagnare con un sito. La raccolta pubblicitaria online negli ultimi anni è cresciuto a doppia cifra arrivando a circa 3 miliardi di euro.

Cos’è Adsense di Google

Google Adsense è il sistema che consente ai publisher di guadagnare con un sito online pubblicando annunci pertinenti ai contenuti testuali. Funziona in parallelo a Google Adwords, un servizio a pagamento che utilizzano le aziende per veicolare un certo numero di click sui loro negozi online, acquistando un certo numero di utenti. Chi ha un sito o un blog e vuole monetizzarlo, non deve fare altro che inserire all’interno dei contenuti online i codici degli annunci forniti da Google.

In questo modo i publisher forniscono a Google degli spazi pubblicitari sul proprio sito su cui compariranno gli annunci delle aziende. Non si tratta di banner casuali ma molto targettizzati su determinate chiavi di ricerca, su cui cliccheranno esclusivamente gli utenti interessati ad un certo argomento. Più sarete bravi a scrivere articoli interessanti, più utenti cliccheranno sui banner  e a voi andrà una percentuale dei guadagni. Google con il suo servizio Adsense studiato per publisher, ovvero per chi scrive online ed è proprietario di un portale, può essere un’ottima risorsa per monetizzare i propri contenuti.

Blog Adsense E’ il blog ufficiale in italiano del Team di Google con tutte le ultime novità del famoso programma per publisher. Qui è possibile scoprire come ottimizzare i rendimenti, se sono usciti nuovi formati di annunci e molto altro ancora sul mondo della pubblicità online

Guida Adsense Cos’è e come si può guadagnare con Adsense, dall’aprire un account fino all’integrazione degli annunci sul proprio sito e alle regole e a i trucchi per imparare a guadagnare di più

Forum Google Regolamenti, norme, come incrementare i guadagni e molto altro direttamente nel forum ufficiale di Google. Se avete dei dubbi o delle domande, questo è il posto giusto per trovare tutte le risposte. Un forum molto partecipato con tutte le discussioni su formati, posizione dei banner, codici, guadagni e altri dubbi degli utenti che usano il programma per publisher di Google da molti anni.