correre, ragazza che corre

Amate fare jogging? Non siete i soli, c’è un vero boom di presenze nelle file dei corridori, non solo della domenica. Correre fa bene a fisico, spirito e portafoglio, senza contare i risultati di nuove ricerche che indicano la corsa come l’esercizio aerobico più adatto a favorire i processi di rigenerazione delle cellule neuronali.

Sempre più persone scelgono di correre all’aria aperta, nei parchi o nei circuiti consigliati che iniziano a comparire nelle città pronta ad accogliere le esigenze di chi alla mattina prima di andare al lavoro ha voglia di farsi una corsetta o chi preferisce la pausa pranzo. Comunque sia, soli o in compagnia, tramite la rete, è l’occasione per condividere il piacere di far fatica per stare meglio, favorire la produzione di nuovi neuroni e novità assoluta scoperta da poco, stimolare la rigenerazione di nuove cellule staminali.

Non è poca cosa, è come ringiovanire il cervello. Sono questi i dati delle ultime ricerche condotte dall’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale, sembra infatti che correre aiuti il cervello a rigenerarsi allontanando lo spettro della degenerazione di quelle cellule staminali responsabili dei processi legati alla perdita di memoria.

Certo, siamo agli inizi della ricerca che comunque apre il campo a nuove possibilità di indagine e di cure legate ai processi dell’invecchiamento del cervello che nella maggior parte dei casi porta con sè l’inevitabile di perdita di memoria che fino a poco tempo fa si pensava irreversibile nelle persone di una certa età.

E allora cosa aspettare? Correre fa bene e basta poco: un paio di scarpe, pantaloncini e una maglietta e via.. ritagliarsi almeno 45 minuti di tempo da dedicare al proprio benessere aiuta a ridurre lo stress, brucia tossine, migliora la circolazione, tiene sotto controllo il peso e gli zuccheri ma soprattutto tiene lontane malattie degenerative come Alzheimer e Parkinson.