medico

Sempre più persone si affidano a internet per trovare cure mediche e consigli su come affrontare fastidi e malattie piccole o grandi. Il problema in questo caso è trovare siti aggiornati e attendibili.

Internet al posto del medico? Sembra sia il percorso privilegiato di 1 italiano su 5, delle donne e di chi appartiene alla fascia economica medio-alto oltre ai giovani, ma in generale da tutti coloro che hanno poco tempo e vogliono risposte da altre persone che magari hanno già sperimentato lo stesso tipo di malattia. Il 60% degli italiani si rivolge a internet prima che al medico. Allora via libera a blog e social network ma la domanda è d’obbligo: sono fonti attendibili? Basta digitare il nome della malattia o presunta tale per avere molte, forse troppe notizie sulla malattie, terapie alternative e non, medici specializzati e strutture oltre a tutta una serie di indicazioni per la prevenzione.

Se poi ci si addentra nell’ambito dimalattie importanti legate ai tumori, diventa ancora più complicato: i siti e le informazioni si moltiplicano. Chi scopre di avere un tumore cerca su internet risposte che magari ha dimenticato o ha timore di chiedere al medico e allora internet si trasforma nell’unico mezzo per cercare conforto da chi ha già vissuto o sta vivendo la stessa esperienza.