Compositori classici del '700

Nomi, opere e biografie dei più grandi compositori classici della storia. La musica da camera, la classica sinfonica e l’opera lirica scritta e composta da famosi musicisti italiani e stranieri in epoca barocca, romantica e moderna

I compositori classici famosi hanno un ruolo importante nell’arte e nella storia dell’umanità. Le loro opere hanno cambiato il corso della storia della musica e rivoluzionato il linguaggio musicale in modo incredibile da un punto di vista tecnico, melodico e armonico. I grandi musicisti hanno un posto privilegiato anche nei conservatori che tramandano i loro insegnamenti e opere attraverso la formazione dei giovani e nei concerti.

Dopo molti secoli possiamo ascoltare le opere dei compositori classici famosi nelle sale da concerto e davanti a quelle immense cattedrali di note provare ancora stupore. Nello stesso tempo la discografia classica ha registrato le esecuzioni dei migliori direttori, interpreti e solisti al mondo. Molta della musica scritta 400 anni fa conserva tutta la forza e la freschezza e può essere ascoltata comodamente anche con i servizi di streaming online.

Indice

Perché grandi compositori?

Tutti sanno che i compositori sono musicisti che scrivono nuova musica, ma perché solo alcuni sono ancora così famosi, ascoltati ed eseguiti dopo tanti secoli fino ai nostri giorni? Iniziamo col dire che i compositori classici potevano guadagnarsi da vivere scrivendo musica per la chiesa e solo successivamente per nobili ed editori. I loro nomi quindi sono arrivati fino ai nostri giorni per qualità e quantità di opere scritte. Se da un lato per essere apprezzati dovevano uniformarsi ai gusti del tempo e dei loro committenti, dall’altro i musicisti più geniali hanno saputo anche rivoluzionare il linguaggio armonico, melodico e ritmico.

Come ogni vera forma d’arte creativa anche la musica classica ha sempre fatto tesoro di tutto ciò che c’è stato in precedenza. Solo i grandi geni e talenti hanno aggiunto qualcosa di nuovo facendo evolvere il linguaggio, magari rischiando di non essere apprezzati in vita, ma alcuni sono stati riconosciuti da critica e mercato. Allo stesso modo la quantità di opere scritte gli ha consentito di lasciare traccia di se. Oltre ai compositori classici famosi come Bach, Mozart, Beethoven, Brahms, Wagner, Debussy, ce ne sono molti altri di cui ben pochi hanno sentito parlare.

Questa breve guida sui grandi compositori classici non può che iniziare da Johann Sebastian Bach, Wolfang Amadeus Mozart e Beethoven che vedremo più tardi. Se Bach è il padre di tutto, Mozart è il compositore che ha saputo donare grazia e leggerezza al mondo delle 7 note. La sua influenza va oltre il mondo delle note ed è testimoniata dal cosiddetto effetto Mozart che sarebbe in grado di stimolare la mente al solo ascolto delle sue opere.

Compositori classici famosi

J.S. Bach (1685 – 1750) C’è chi considera Bach il precursore di ogni genere musicale classico ma anche jazz o moderno. In effetti la sua musica è rivoluzionaria e non solo per la sua epoca. La capacità di muovere le parti e intrecciare melodie é incredibilmente affascinante in un intreccio di natura e matematica, tanto che molti scienziati si sono interessati alle modalità di scrittura delle sue partiture musicali. Vita, opere, riferimenti bibliografici e discografici del compositore tedesco che ha rivoluzionato il modo di fare musica si possono trovare anche sul sito JSBach.

Mozart (1719-1787) Mozart era la rockstar dei tempi e oltre alle sue opere e agli strumenti dei tempi, la sua vita suscita ancora curiosità. Tra tutte i rapporti con gli altri musicisti come Salieri, basati su invidie e gelosie. Il film Amadeus dal regista Miloš Forman, riprende le ipotesi del drammaturgo inglese Peter Shaffer e ipotizza che la causa della morte di Mozart fu dovuta ad un avvelenamento. In realtà si tratta di una storia inventata. Sembra che i due musicisti si stimassero ed ebbero occasione di collaborare, come dimostra lo spartito rinvenuto dal National Music Museum di Praga intitolato Per la Ricuperata Salute di Offelia.

Questa cantata ovvero un insieme di arie, recitativi e brani musicali tipica della musica barocca, sembra stata composto nel 1785 a tre mani da Mozart, Salieri e Cornetti, compositore ai più sconosciuto o più probabilmente uno pseudonimo. La prima parte è scritta da Salieri in stile pastorale, la seconda da Mozart con un ritmo più incalzante, e la terza di Cornetti ancora in stile più pastorale. Il libretto è del poeta di corte di Vienna Lorenzo Da Ponte, scritto in onore del ritorno sul palco di Nancy Storace, un soprano inglese che viveva a Vienna e che per un breve periodo aveva perduto la voce.

Compositori classici del ‘700

Georg Friedrich Handel è considerato uno dei più grandi compositori classici del barocco. Nato ad Halle nel 1685 da famiglia benestante, morì il 14 aprile del 1759 a Londra. La sua vita non manca di stupire anche per aspetti extra musicali e stili di vita. Il contemporaneo di Bach e Scarlatti non solo non si sarebbe fatto mancare nulla in quanto a gozzoviglie di varie genere, ma era anche un abilissimo imprenditore ossessionato dagli affari.

Il biografo tedesco Hans Joachim Marxha ha raccontato al quotidiano finanziario Handelsblatt, che Handel, oltre ai talenti già visti, aveva anche un gran fiuto per gli affari. Se quasi tutti i compositori classici ‘700 per guadagnarsi da vivere lavoravano in uno stretto recinto alle dipendenze dei nobili o della chiesa, Handel fu un precursore dei grandi compositori del 19 esimo secolo come Chopin, Schumann, Brahms, Verdi.

Handel fu un bravo manager di sè stesso e seppe sapientemente barcamenarsi tra mecenatismo e mercato indipendente. Fu forse il primo esempio di libero imprenditore musicale, a cui certo non mancava la voglia di vivere, nè tantomeno il successo. A differenza di molti altri artisti dell’epoca, alla sua morte infatti aveva accumulato beni per vari milioni di euro attuali, molti dei quali scelse di donare in beneficenza.

Alcune composizioni come il Messiah o la Musica sull’acqua sono ancora molto eseguite nelle sale da concerto di tutto il mondo. Fu d’altronde una vera fucina di idee che ancora oggi, a oltre 250 anni dalla morte, entusiasmano gli appassionati. Nella sua vita compose 40 opere per teatro, 32 oratori, centinaia di composizioni per orchestra e 110 cantate. Ma ci sono anche 20 concerti e altre 39 opere fra sonate, fughe, suite per cembalo. Oltre a 12 Concerti grossi dell’opera 6, tre suite di Water Music (1717) e The Music for the Royal Fireworks (1749).

Oltre ad Handel tra i compositori classici più famosi del ‘700 molto conosciuto c’è anche il nome di Haydn (1732 – 1809). Questo compositore austriaco di umile origine nel tempo è stato riconosciuto come uno dei più grandi autori classici in Europa di musica strumentale. La sua ampia produzione comprende sinfonie e concerti per strumenti solisti come pianoforte, violino, corno, flauto, oboe e orchestra.

Beethoven e musicisti primo ‘800

Con Beethoven la musica si fa più intensa e non solo dal punto di vista emotivo, ma soprattutto nel linguaggio compositivo armonico e orchestrale. Il maestro tedesco e i musicisti della sua epoca esprimono attraverso le note tutti i cambiamenti della società e di un uomo impegnato in grandi slanci ideali.

Ludwig Van Beethoven (1770 – 1827) Un sito molto completo con bibiografia, bibliografia, opere, file midi, oltre a notizie e curiosità su vita, opere e stile. Le influenze del grande compositore genio tedesco riconosciuto come uno dei più grandi di tutti i tempi con testi, immagini e file audio. Unheardbeethoven è dedicato alle melodie meno note e non registrate su disco

Schubert (1797 – 1828) Sito dedicato a un compositore dalla vastissima produzione: 9 Sinfonie, Quartetti, Quintetti, Sonate per pianoforte a due e a quattro mani, numerose pagine corali, circa 600 Lieder, 7 Messe e una infinità di altra musica corale e strumentale

Schumann (1810 – 1856) Vita, opere, catalogo e immagini del compositore tedesco e pianista di indubbia fama tra i grandi compositori classici

Chopin (1810 – 1849) Compositore e pianista precoce, è uno dei compositori che ha maggiormente esplorato le potenzialità espressive del pianoforte. A Varsavia iniziò gli studi musicali a 6 anni mostrando subito uno spiccato talento per il pianoforte, forse ereditato dalla madre che amava suonare quello strumento.

A 9 anni già si esibiva in serate di beneficenza ed aveva già debuttato come compositore. Nel 1827 cominciò studi di armonia, contrappunto e composizione sotto la guida di Józef Elsner da cui venne subito definito “un genio della musica” paragonato a Mozart. In quegli anni realizzò i suoi Concerti per pianoforte perfezionando le sue capacità compositive e di virtuoso della tastiera che ne definiscono il suo stile.

Compositori famosi secondo ‘800

Nel secondo ottocento i compositori classici condensano le esperienze precedenti in opere e sinfonie per un romanticismo riflessivo e nostalgico dal forte valore espressivo e dal grande rigore strutturale.

Georges Bizet (1838-1875) La biografia e la descrizione delle opere principali del pianista e compositore francese direttamente online

Wagner (1813 – 1883) Nato a Lipsia il 22 Maggio 1813, Wagner è uno dei più importanti musicisti di sempre nell’ambito della musica classica per l’intensità esasperata delle sue opere dal punto di vista armonico orchestrale e per la presenza di temi musicali ricorrenti a sottolineare personaggi o situazioni.

Brahms (1833 – 1897) Biografia, immagini, festival e eventi su un sito interamente dedicato al maestro tedesco che chiude la parabola del romanticismo tedesco attraverso sinfonie e musica da camera

Tchaikovsky (1840 – 1893) Le passioni e le delusioni di vita di un musicista che spesso assume il carattere titanico di ribellione e insieme di ringraziamento verso la natura e verso Dio

Debussy, Strawinski e il ‘900

I compositori classici moderni vanno alla ricerca di nuove forme espressive che poi avranno grande impatto anche sulla musica jazz, rock, ma soprattutto sulla composizione di colonne sonore da film. In questa rivoluzione del linguaggio musicale i confini della musica tonale vanno assottigliandosi. I compositori cercano nuove soluzioni in grado di emozionare ma al passo con i tempi di un uomo tormentato e cauto.

Mahler (1860 – 1911) Informazioni sul compositore tedesco, opere e relative incisioni

Debussy (1862 – 1918) Rivoluziona il linguaggio della musica con armonie intimiste e sensuali che ancora oggi appaiono grandiose nella loro modernità

Prokofiev (1891 – 1953) Famoso in tutto il mondo come esecutore e compositore di opere, balletti, sinfonie, concerti, brani da camera, con particolare attenzione al mondo Espressivo del pianoforte

Stravinsky (1882 – 1971) Compositore russo che ha cambiato la storia della musica del ‘900 ma che in vita venne considerato molto spesso come eccessivamente innovativo

Bernstein (1918-1990) Il sito ufficiale di una delle figure di spicco della musica statunitense, sia come direttore d’orchestra che compositore

Compositori italiani famosi

Quali sono i più famosi compositori italiani di musica classica? Per rispondere a questa domanda non possiamo che pensare a Giuseppe Verdi, ma questo grande maestro d’opera non è certo l’unico genio musicale del nostro paese. Facendo un salto nel passato ci sono altri maestri famosi in tutto il mondo per avere interpretato e plasmato con la loro arte i cambiamenti avvenuti nella storia del linguaggio delle sette note.

Basta leggere le biografie dei grandi artisti italiani per scoprire quanto sia vasta e importante la loro produzione artistica. Si tratta di personaggi spesso unici per temperamento e carattere che hanno lavorato ai massimi livelli con una produzione che va dalla musica religiosa fino alla lirica attraverso il genere sinfonico e da camera composta per intrattenere i nobili del tempo. Eccone alcuni nomi in ordine cronologico.

Pierluigi da Palestrina (1525 – 1594) Biografia e opere del più importante compositore del Rinascimento italiano

Claudio Monteverdi (1567-1643) Nel sito tutte le informazioni sulla sua vita, le opere teatrali e il catalogo completo delle sue composizioni

Antonio Vivaldi (1678-1741) Biografia, discografia, composizioni e bibliografia di uno dei maggiori compositori italiani del settecento

Giuseppe Tartini (1692-1770) Grande compositore, violinista e maestro di musica. Nel sito la storia, le opere e i trattati di un musicista che aveva scritto molto sulla teoria della musica

Antonio Salieri (1750-1825) Biografia e opere del compositore italiano ricordato per la presunta rivalità con Mozart. Attualmente rivalutato come uno dei maggiori Compositori italiani

Niccolo Paganini (1782 – 1840) Sito curato dall’associazione “Amici di Paganini” che sostengono la realizzazione della “Casa Paganini”, iniziativa che Genova ha dedicato al grande musicista che in questa città è nato

Gioacchino Rossini (1792 – 1868) Il sito della fondazione Rossini impegnata nello studio e nella diffusione della figura, della memoria e delle opere di un grande operista

Gaetano Donizetti (1797-1848) Nel sito tutti i libretti e le liriche del compositore bergamasco per conoscere da vicino questo celebre musicista italiano

Giuseppe Verdi (1813-1901) Il sito ufficiale dedicato al grande compositore di Busseto: la vita, le opere, la discografia, le immagini e molte altre curiosità

Giacomo Puccini (1858 – 1924) Fondazione di Lucca che ha creato il Museo Casa Natale Giacomo Puccini. Eventi e archivio del Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane

Pietro Mascagni (1863-1945) Il sito ufficiale del musicista di successo noto soprattutto per l’opera “Cavalleria Rusticana”. Biografia, opere e luoghi e molto di più

Carlo Boccadoro (1963) Compositore e direttore d’orchestra tra i più affermati nell’ambito della musica contemporanea e attivo anche come divulgatore e musicologo