come mettere video con musica

Come mettere video con musica su Facebook rispettando le regole sui diritti d’autore? Mark Zuckerberg sembra volere risolvere il problema delle musiche di sottofondo pagando centinaia di milioni alle case discografiche

Giorni fa un amico mi ha chiesto come mettere video con musica di sottofondo senza avere problemi. “Caricando su YouTube o Facebook un video con una canzone famosa c’è sempre il rischio che te la eliminino perchè non hai rispettato le regole sui diritti d’autore. Possibile che trovino un sistema semplice per consentire a chiunque voglia mettere un sottofondo musicale su un video di pagare una certa somma per risolvere ogni problema?”

L’ignaro navigatore online, prima di prendersela con il mondo della discografia tutto, ha ascoltato suo malgrado la mia spiegazione ragionevole sulle difficoltà di fare incontrare in un’unica piattaforma utenti, proprietari dei master, editori e artisti. Ovviamente non ne sa nulla di musica e diritti. Poco gli importa se i musicisti fanno i miliardi o crepano di fame. Eppure ha colto un lato complicato della musica online. Tanto che ora anche Mark Zuckerberg si è posto il problema di come risolvere la faccenda.

Video con musica e diritti d’autore

Secondo una fonte di Bloomberg infatti, Facebook sembra intenzionato ad offrire alle case discografiche centinaia di milioni per risolvere la questione una volta per tutte e permettere ai suoi utenti di pubblicare video con musica che più desiderano, senza problemi. Detto così sembra semplice, ma la concessione in licenza dei diritti musicali per i servizi di streaming è molto complessa. A meno che la moneta messa sul piatto da Zuckerberg non faccia cambiare idea e passo alle etichette sempre riottose nel concedere spazio ad una fruizione musicale incontrollata.

Per accontentare la discografia fin dall’inizio YouTube si è dovuta preoccupare delle questioni inerenti i diritti delle musiche dei video condivisi dai suoi utenti. Per questo ha sviluppato il sistema proprietario Content ID basato su un codice di riconoscimento che permette di sapere se una determinata musica può venire utilizzata o meno. Se non si dispone di una licenza e il video non rientra nella categoria del cosiddetto fair use, la colonna sonora viene automaticamente rimossa. Piuttosto che bloccare i video contenenti le loro canzoni o registrazioni, etichette e proprietari dei diritti possono anche scegliere di venire remunerati.

Mettere video con musica gratis

Il sistema di Facebook si chiama Rights Manager e pur essendo un clone del Content ID evidentemente non soddisfa del tutto Zuckemberg. E’ complicato, richiede singoli accordi con le etichette, trattative infinite e perdite di tempo. Il giovane boss del maggiore social online sa bene che la semplicità è la chiave del successo. Per tagliare la testa al toro è disposto a sborsare una cifra considerevole. L’industria musicale, sempre a caccia di nuove forme di monetizzazione, ci starà pensando: meglio qualche centinaia di milioni subito o andare a caccia di utenti scorretti o ignari in tema di copyright?

Ecco perchè tutte le complessità legate alle licenze musicali per Facebook e YouTube potrebbero scomparire in breve tempo. Continueranno invece ancora a lungo le discussioni interne alle etichette per capire come suddividere i proventi tra artisti, autori di canzoni, distributori, editori e società di gestione nazionali. Tutte questioni importanti per l’industria musicale. Molto meno per il mio amico e per qualche miliardo di utenti di internet che si chiedono come mettere video con musica facilmente e non vedono l’ora di accompagnare le loro fantastiche imprese cinematografiche con le più famose hit del momento, magari a gratis.