asciugarsi le mani

Per igiene personale non solo è importante lavarsi le mani, ma anche asciugarle bene: l’umidità favorisce le infezioni. Ma qual’è il sistema migliore per asciugarsi le mani quando siamo nei locali pubblici?

Ti sei lavato bene le mani? La classica raccomandazione che fanno tutti i genitori ai propri figli, prima di mangiare o dopo avere giocato con gli amici, ovviamente vale per tutti, specie d’estate quando si è in viaggio e si utilizzano i bagni pubblici. Lavarsi le mani è fondamentale per evitare infezioni, o semplicemente per non prendersi un raffreddore o il virus dell’influenza. Ma per eliminare eliminare i germi serve anche asciugarsi le mani bene.

Come asciugarsi le mani nel modo corretto? Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, secondo diversi studi scientifici avvalorati da recenti indagini dell’Università di Westminster, sembra che l’asciugatura migliore sia mediante l’utilizzo di asciugamani di carta. I moderni asciugatori elettronici non fanno altro che aumentare il numero di batteri presenti sulle mani e non solo.

La ricerca commissionata dalla European Tissue Symposium ha rilevato infatti che sia gli asciugatori ad aria calda che i nuovissimi asciugatori a getto d’aria concorrono a spargere nell’ambiente circostante micro-gocce eventualmente infette da microorganismi vari. Nel peggiore dei casi potrebbe trattarsi anche salmonella ed E. coli, ma a suggerire precauzione basta pensare che quando si esce dal bagno sulle mani sono presenti circa 200 milioni di batteri.

Asciugarsi le mani nel modo migliore

Ecco perchè è bene sapere che la maggior parte degli asciugatori tendono a diffondere i microbi a 0.9 metri dal pavimento, l’altezza esatta di un bambino piccolo che potrebbe essere in piedi vicino al genitore che si asciuga le mani. Senza contare che la maggior parte delle persone, quando ha a che fare con questi dispositivi, non dedica il giusto tempo per l’asciugatura e rimane quasi sempre con le mani umide, ulteriore terreno fertile per i germi.

Asciugarsi le mani con salviette di carta mono uso, tovaglioli di carta, o il classico rullo asciugamano di tessuto, è quindi sempre decisamente meglio. Per quanto riguarda l’utilizzo della carta rimane il problema degli sprechi, mentre a livello igienico è fondamentale un tempestivo smaltimento della carta usata nei bagni, altrimenti i contenitori potrebbero trasformarsi in fretta e inevitabilmente in un nuovo ricettacolo di batteri.