nebbia città

Nell’aria che respiriamo nelle principali città italiane ci sono tracce di droghe. Lo dice il Cnr: niente di allarmante o di gravissimo per la salute, ma oltre allo smog ogni giorno respiriamo anche droghe aeree.

Cocaina, cannabis, nicotina e caffeina… respiriamo proprio di tutto. I dati dei ricercatori raccolti dal 2009 al 2011 parlano chiaro delle percentuali di sostanze psicotrope presenti nell’aria nelle principali città italiane, in particolari quelle universitarie. Non a caso Torino registra la percentuale più elevata di droghe aree seguita da Bologna seconda per la cannabis e caffeina, Napoli per la cocaina, Verona per la nicotina mentre si registra un aumento generale negli ultimi anni nelle principali città universitarie per l’aria al ‘gusto cannabis’.

Secondo i ricercatori non ci sarebbero effetti sulla popolazioni perchè si tratta comunque di concentrazioni infinitesimali e comunque i dati rilevati nelle varie città devono tener presente dei cambiamenti di clima e della concentrazione della popolazione.