bottiglia vino champagne

Pensavate che il rosa per lo Champagne fosse un colore di ripiego magari dal prezzo più abbordabile? Nemmeno per sogno, gli Champagne Rosè sono di gran moda e il costo va di pari passo.

Mentre anche il consumo di bollicine dorate francesi risente della crisi, le esportazioni di Champagne rosè nel mondo sono in aumento, specie in Gran Bretagna e America che rappresentano il 55% del mercato con un consumo rispettivamente di 2,8 e 2,4 milioni di bottiglie. Seguono la Germania, con 1,1 milioni e il Giappone con 1 milione di bottiglie. In Italia per ora siamo al sesto posto, 400 mila bottiglie all’anno su un totale di 7,2 milioni bottiglie importate. Complessivamente le bottiglie Rosè rappresentano l’8,5% di bottiglie di Champagne esportate dalla Francia. Una cifra di tutto rispetto tanto che esistono classifiche specifiche dedicate a questo tipo di vini ottenuti da macerazione delle bucce o da aggiunta di vino rosso. Tra Charles Heidsieck Rèserve, Pol Rogers, Krug, Dom Pérignon, Henriot, Veuve Clicquot Vintage e Ruinart nelle enoteche si può trovare di tutto, dai sentori di frutta cotta ai chiodi di garofano… il prezzo vale un brindisi speciale.