smog fabbriche

Si chiama TX Active la sostanza rivoluzionaria che introdotta nei prodotti cementizi è in grado di abbattere gli agenti che inquinano l’aria. Una realtà appurata e certificata made in Italy in concorso il prossimo 17 giugno a Berlino in occasione degli European Inventor Award.

10 anni di ricerca ma alla fine la società del Gruppo Italcementi è arrivata a creare un tipo di cemento capace di assorbire, fagocitare e quindi ridurre l’inquinamento soprattutto nelle grande città metropolitane. La paternità della scoperta è da attribuire al genio del professor Luigi Cassar che ha verificato sul campo l’efficacia di questo particolare cemento chiamato TX Active. Parte tutto dal biossido di titanio agente fondamentale presente nel TX Active capace di neutralizzare, secondo semplici reazioni chimiche, sostanze inquinanti tossiche presenti nell’aria che respiriamo come per esempio i gas da combustione più comuni, primi fra tutti il monossido di carbonio e l’anidride solforosa.

La definizione più appropriata per il TX Active è di ecorivestimento, proprio per sottolineare il concetto di copertura ‘assorbi e mangia smog’ adatto sia per l’asfalto nelle strade che sulle pareti degli edifici. Una scoperta di non poco conto che ha portato gli studiosi a ipotizzare, per una città come Milano, una riduzione di circa il 50% di inquinamento se si potesse rivestire di TX Active almeno il 15% delle superfici degli edifici presenti. Dopo i primi esperimenti e la nomination degli European Inventor Award 2014 non resta che aspettare e pianificare le spese tenendo conto che ci vogliono circa 25 euro a metro quadrato di cemento ecologico per rivestire le strade e 15 euro circa per verniciare case e appartamenti.