Si può suonare con i soldi? Paperone dentro i suoi depositi ci si tuffava facendo tintinnare i suoi dollari, ma l’idea di questo video è ancora migliore. Perchè non utilizzare delle carte di credito per produrre della musica? Creato per la promozione di una banca austriaca, l’ambizione dei creativi di questo spot realizzato per l’agenzia pubblicitaria Young & Rubicam, era trovare dei musicisti che facessero suonare delle carte di credito. Il progetto alla fine è stato suonato dai musicisti Mario Wienerroither e Gernot Ottowitz. I pezzi di plastica sono diventati degli strumenti musicali capaci di produrre rumori e suoni percussivi che sono serviti per un arrangiamento di sound design. Alla fine tra percussioni e strumenti monotonici campionati, il risultato si può definire interessante. Una volta tanto i soldi non contano: prima la musica del conto in banca arriva la musica. Si spera.