L’uomo da sempre si ingegna nel creare macchine capaci di suonare autonomamente, ma avete mai visto un gigantesco carillon suonare un piacevole brano di musica pop mediante 2000 biglie di metallo?

Dobbiamo pensare che prima che arrivasse la radio, il grammofono o il vinile, l’unico modo per ascoltare musica tra le mura domestiche era portarsi a casa dei musicisti. Un sistema non tanto comodo ed economico ad uso esclusivo dei ricchi e dei nobili, così già nei primi del ‘900 diversi inventori ebbero l’idea di creare i cosiddetti Orchestrion, macchine musicali meccaniche con rulli e cilindri rotanti, delle specie di Carillon giganti, che attraverso leve e meccanismi complicati riuscivano a suonare come vere orchestre. Un’idea ripresa recentemente anche dal famoso chitarrista Pat Metheny e ancora di più dalla stupefacente Marble Machine di questo video realizzata dal compositore e inventore Martin Molin del gruppo dei Wintergatan.

Questo gigantesco e ingegnoso strumento musicale, progettato attraverso un software 3D, funziona attraverso una serie di manovelle, leve e molle che caricano dall’alto circa 2.000 biglie. Dopo essere passate attraverso una serie di scivoli le palline di metallo nella loro discesa colpiscono delle barre di un vibrafono, corde di basso elettrico e delle percussioni, mentre dei rulli producono la melodia e sono la base degli arrangiamenti. Il video che potete vedere sopra della Marble Machine spiega tutto molto meglio di mille parole e il risultato è talmente valido, anche da un punto di vista musicale, da risultare perfino incredibile.