Insomma ci si lamenta sempre della musica com’era una volta e dei cantautori e delle parole e dei contenuti e che adesso nessuno scrive più canzoni come un tempo… canzoni con un messaggio… canzoni di qualità o forse solo intelligenti e capaci di fare riflettere? Beh, questo brano di Caparezza allora cos’è?

Caparezza l’ho incontrato una volta al Premio Tenco, eravamo insieme in fila alla cena del dopo concerto al roof del teatro Ariston di Sanremo. Non che fossi un suo fans, però l’avevo visto esibirsi qualche minuto prima e mi era sembrato davvero una spanna sopra gli altri perchè era autentico, vero, incazzato al punto giusto ma non eccessivo malgrado sul palco fosse agitato, divertente, ironico, ma pure intelligente, lucido e professionale.

Quindi l’unica cosa che mi è venuta da dirgli con in mano un piatto di patate al forno è stato: “Lo sai che sei davvero bravo”? “Grazie”, lui mi ha risposto sorridendomi timidamente, confermando di persona tutto ciò che di buono mi era sembrato essere come artista. Bravura che non posso che sottolineare anche ora ascoltando questo brano intitolato “Mica Van Gogh” singolo estratto dal suo ultimo disco Museica. Che poi, in un mondo che a volte sembra perdere di vista il senso delle cose belle giuste normali autentiche intelligenti sensibili appassionate, vedere ragazze e ragazzi che ballano con in mano una riproduzione di un quadro di Van Gogh fa pure venire i brividi.