cuccioli di cani

Oggi sembra che tutti vogliano avere un cane per compagnia, amore per gli animali o anche status, fino a trasformare gli animali domestici in vere e proprie star. Per strada si vedono passeggiare tutte le razze di cani possibili e immaginabili in compagnia di padroni adoranti e del tutto simili ai propri animali come sembianze e movenze. I risultati sui marciapiedi a volte sono poco edificanti, ma non dipende certo dagli amici a 4 zampe.

La compagnia dei cani fa bene ed è più forte di tutto, anche di qualche piccolo contrattempo o impegno più oneroso del previsto, sia in termini economici che di tempo. Il legame con il cane è fortissimo in tante famiglie italiane, tanto che anche il Papa se ne è interessato fino a sostenere che stanno sostituendo i bambini. Comunque la si pensi, certo è un fenomeno parte della società con risvolti di tutti i tipi sul piano culturale, del benessere personale ed economico.

Indice

I cani e l’uomo

Che ci sia qualcosa di antico nel legame tra cani e uomini non c’è dubbio. Se oggi tornare a casa e trovare un batuffolo di pelo scodinzolante e giocoso può fare piacere dopo una giornata di lavoro, tanto che il ruolo degli animali domestici è riconosciuto anche nella medicina ufficiale dalla pet therapy, l’uomo si è sempre servito del cane nella caccia o nella difesa personale. Il primo passo, avvenuto circa 30.000 anni fa, è stato addomesticare il lupo.

Inizialmente tra uomini e lupi c’era solo uno scambio vantaggioso in termini di protezione e procacciamento di cibo, ma nel corso dell’evoluzione dagli scopi pratici si è passati a legami più profondi. Addomesticare i lupi ne ha modificato la specie fino ad arrivare alle razze che conosciamo oggi. Se stupisce l’affetto dei padroni moderni, i cani fanno compagnia all’uomo da molti millenni e in alcune civiltà come i Maya sono stati divinizzati.

Successivamente la possibilità dei cani selvatici di trasmettere all’uomo malattie come la rabbia ha reso cattiva la reputazione di questi animali. La religione cristiana oltre a non riconoscere il ruolo tipicamente moderno e umanizzato degli animali, considerava il cane un animale impuro. Nel medioevo vennero emanate leggi per l’eliminazione dei cani randagi, ma la paura per la salute fu sconfitta solo con il vaccino antirabbico nel 1885.

Avere un cane

Una volta sconfitta la paura delle malattie, il cane è diventato il compagno più fedele dell’uomo. Oggi tutti vogliono i cani, ma occuparsi di un essere vivente non è un gioco, richiede una consapevolezza che va di là di mode e bisogni del momento. Bisogna sapere valutare pro e contro facendo un esame di coscienza sincero e realistico del proprio stile di vita, valutando impegni e possibilità anche economiche, dati i costi che inevitabilmente comporta prendersi cura di un animale per circa dieci anni di vita.

Occuparsi dell’educazione del cane e dei suoi bisogni, portarlo in giro e occuparsi della sua salute richiedono sforzi e tempo. Il legame con un animale prevede gioie, benefici ma anche inevitabili dolori che condizionano la vita. In cambio si riceve tanto amore, questo è scontato, ma i cani sono animali indifesi che dipendono in tutto e per tutto dal padrone provando sentimenti di gioia e dolore. Occorre essere organizzati e avere tanta pazienza, soprattutto nella fase iniziale. Pazienza e consapevolezza devono guidare il padrone nel suo compito di accudimento di un amico capace di condividere degli anni di vita.

Razze di cani

Mentre le specie si sono evolute in modo naturale, le razze di cani sono state create dall’uomo per scopi specifici fino alle attuali 400 tipologie diverse. In realtà esistono ulteriori differenze in ogni specie, tanto che il numero di sottospecie è sconosciuto. Ai padroni ciò che interessa spesso, oltre all’aspetto estetico, sono gli spetti di comportamento, temperamento o personalità che includono aggressività, reattività e forza.

Le razze di cani si differenziate sostanzialmente sia per la selezione di origine naturale dovuta all’origine geografica, che per l’intervento dell’uomo nel creare incroci ad hoc per particolari esigenze di lavoro, dimensione o compagnia. Oggi si aggiunge lo studio del dna che identificano i gruppi canini per genotipo. Dai cani d’appartamento o di piccola taglia, si passa alle razze canine da caccia abituate a stare all’aria aperta e a correre senza sosta, fino ai giganti con un peso superiore ai 44 kg.

Quella che segue è una guida alle principali razze di cani selezionate dall’uomo nel corso degli anni. Sono indicate tutte le informazioni con foto per acquistare cuccioli o trovare un animale abbandonato presso i canili online. Utile per avere una visione ampia delle caratteristiche di massima che questi animali hanno sviluppato nel corso dei secoli attraverso incroci per ottenere razza da caccia, guardia e compagnia.

Razze canine Informazioni sulle tipologie canine presenti in natura: una serie di comode schede con fotografie, descrizione, nazionalità, carattere e alimentazione per conoscere e scegliere in maniera consapevole il proprio compagno

Club cani da compagnia Il sito ufficiale di una società specializzata che si occupa nello specifico di illustrare le razze canine di indole più adatte alla compagnia delle persone

Royalcanin Suddivisi per razza, taglia, morfologia con tante curiosità e consigli per la cura del proprio compagno a 4 zampe

Cinofilia Tutto sul mondo della cani piccoli e non: magazine con accessori, informazioni, cuccioli, igiene e bellezza e poi ancora razze, esposizioni, allevamenti, pensioni e salute

TuttoCane Un sito che contiene molte informazioni su allevamenti, addestratori, cliniche, veterinari e tante fotografie di razze diverse. Possibilità di acquisto online

Dogbreed Tutto quello che serve sapere sulle razze dei cani, sui loro nomi con foto di cuccioli di cane e caratteristiche degli esemplari adulti

Enci Ente Nazionale della Cinofilia Italiana con manifestazioni, pubblicazioni, razze e infomazioni sui vari tipi di cane

Carattere dei cani

Prima di recarsi in un negozio di animali per adottare un amico a 4 zampe, è bene quindi avere un’idea delle caratteristiche fisiche e del carattere dei cani. Una misurazione oggettiva non è semplice, anche perchè gli studi comunque rilevano grandi differenze comportamentali nelle sottospecie. Non tutti gli allevatori sono concordi nel definire i cani pericolosi per l’uomo. Dipende da molti fattori e da come vengono educati e fatti vivere.

Cani aggressivi, indipendentemente dai risultati scientifici sono ritenuti Pit Bull e Rottweiler, responsabili del 50% di gravi aggressioni all’uomo, oltre a Chow e Husky. Cani reattivi, ovvero curiosi, sociali e giocosi, ma anche facilmente eccitabili e troppo abbaianti, sono solitamente i Beagle, Cocker Spaniel, Sheltie e Fox Terrier. Ma anche qui non tutti sono d’accordo e si tende sempre a considerare questi comportamenti come caratteristiche generali che possono venire smentite da alcuni padroni.

Dalmata La storia dei Dalmata, caratteristiche e malattie del cane a tutti noti per essere protagonisti del film “La Carica dei 101”

Bracco italiano Si occupa delle varie tipologie di bracco italiano con informazioni aggiornate

Bassotto Una razza unica quella dei cani bassotto, che è anche una filosofia di vita e un modo di essere particolare nel mondo dei cani

Retriever Si parla di Labrador Retriever, Golden Retriever e delle altre razze del gruppo caratterizzate da forza, portamento ed eleganza

Mastino napoletano Storia, linee genetiche, associazioni e tecniche di allevamento di questa razza antichissima

Canili e adozioni

É necessario verificare sempre la provenienza di un cane in particolare quando ci si rivolge a negozi o fiere dato che esiste anche un traffico illecito di cuccioli. Meglio affidarsi a canili di zona e associazioni che gestiscono situazioni di abbandono e di cani che hanno subito maltrattamenti mentre esistono allevamenti specializzati per qualsiasi razza dove possiamo prendere i cuccioli.

Siamo attratti dai cuccioli per questioni evolutive che attivano la pate del cervello legata alle emozioni. Appena nati i cani di qualche mese o anno, si affezionano al padrone subito, indipendentemente dalla razza, crescono in casa ma vanno educati da zero. Chi non ha mai avuto un cane forse è meglio ne adotti uno adulto già formato piuttosto che un cucciolo di pochi mesi: bastano nove mesi per quelli più piccoli fino ai due anni per i grandi.

Fino a quattro o cinque mesi il cane non ha il pieno controllo delle sue evacuazioni. Tutto è un’incognita: il temperamento, l’aspetto definitivo con caratteristiche fisiche specifiche. Attenzione a non adottare un cucciolo prima dei due mesi di vita. Toglierlo dalla madre significa non dargli la possibilità di conoscere come gestire i rapporti tra simili. Regole di gerarchia, modalità di gestione del cibo e del gioco con i fratelli sono esperienze che condizionano i comportamenti futuri.

Cercapadrone Il primo canile online in Italia per cercare il cane che fa per te. Fotografie e indicazioni per adottare l’amico dell’uomo e addestrarlo nel migliore dei modi. Descrizioni dettagliate per scegliere l’amico preferito da inserire nella propria famiglia

Virtualdog Un sito dalla parte del cane che contiene molte rubriche e consigli per fare crescere sano e nell’ambiente migliore questo grande amico dell’uomo

Dogsitter Una community di appassionati amici dell’uomo con foto e rubriche realizzate dagli utenti sui loro esemplari tanto amati con discussioni che comprendono cinofilia, razze, esposizioni, allevamenti, pensioni, veterinari e addestratori

Addestramento dei cani

Dopo l’acquisto o l’adozione di un cane, varcata la porta di casa arriva il bello. Cosa fare? Le indicazioni pratiche si riducono nel preparare uno spazio cuccia con una cesta rivestita di un cuscino sfoderabile facile da lavare in lavatrice. E’ bene preparare due ciotole a portata di zampa. Palline e qualche giochino per tenerlo impegnato. Non dimenticate collare e guinzaglio: l’avventura dell’addestramento comincia.

Al cane adulto bastano poche settimane per abituarsi al nuovo padrone. L’aspetto fisico è già formato come il carattere di base. Per l’addestramento bisogna quindi informarsi sulla sua storia passata, conoscere le abitudini e soprattutto affrontarlo di persona. Meglio maschio o femmina? La differenza è minima ma per quanto riguarda abitudini e comportamento. I cambiamenti si notano nella maturità sessuale soprattutto con gli altri cani: aggressività e atteggiamento di sfida sono i principali segnali per il maschio.

L’educazione è molto importante: fissare regole precise e seguirle con coerenza, dolcezza e affetto è fondamentale come abituare il cane a situazioni, persone e luoghi diversi. Il risultato è di avere un cane amichevole facilmente accomodabile. Per particolari esigenze esistono associazioni cinofile con educatori esperti. Lo stesso veterinario può dare validi consigli, dalle vaccinazioni e esami indispensabili per la salute del cane, al tipo di alimentazione da scegliere in base alla razza, età e attività svolta.

Ilmiocane Un centro cinofilo per la risoluzione dei problemi di comportamento del cane. Consigli su come educare e addestrare i cani piccoli e grossi con metodo gentile.

Dogalize Articolo che insegna l’arte dell’addestramento dei cani, come fare a diventare bravi padroni rispettando le esigenze del proprio amico a quattro zampe

Alex Capra Un blog di un addestratore che spiega con corsi e webinar su come addestrare e vivere al meglio con il proprio cane in tutta sicurezza