Investire in videogiochi può fruttare fior di quattrini, ecco cosa pensa la società anglo-svedese King Digital Entertainment che in questo ambito ha prodotto con successo Candy Crush, il dolce giochino che ora si appresta a essere quotato in borsa partendo da un’offerta di 500 milioni di dollari.

Videogame per dispositivi mobili in salita sul mercato, un fenomeno che attira investitori da tutto il mondo e porta la società più famosa in questo settore, la King Digital Entertainment a quotarsi in borsa con il celebre Candy Crush, il gioco più scaricato per smartphone che ha fatto ormai il giro dei social network. Esulta la King Digital Entertainment che può aggiungere tra le sue file il successo di Candy Crush che dopo di Sagas Farm Heroes, Pet Rescue ha da sola fruttato alla società il 78% totale delle vendite quasi interamente provenienti da dispositivi mobili, in particolare come applicazione di Facebook trasferita poi su dispositivi Android o iOS. Si parla di un giro di 1,46 miliardi di dollari, e non a caso il pensiero è andato a Wall Street.

Esulta anche l’inventore di questo gioco, l’italiano 47enne Riccardo Zacconi nonchè amministratore e co-fondatore della società britannica, ormai diventato una delle persone più influenti nel mondo dei media, secondo il quotidiano inglese ‘The Guardian’. Del resto basta dare un’occhiata alle cifre comunicate dall’editore che gestisce la app di Candy Crush Saga: 93 milioni di giocatori ogni giorno impegnati ad allineare caramelle. Restano comunque punti di domanda e rischi per molti degli investitori memori del flop di Zynga registrato subito dopo la quotazione in borsa nel 2011.