pompe benzina

Fino dove arriveranno i prezzi dei carburanti in Italia? Questo 2012 macina rialzi inimmaginabili fino a poco tempo fa: benzina oltre 1,9 euro al litro e diesel che viaggia a ridosso dei 1,74 euro.

Una ulteriore brutta sorpresa per chi è alle prese con mille rincari, ma non solo. Con l’aumento delle accise sui carburanti e un diesel arrivato a 1,74 euro al litro, aumenteranno il costo di trasporto e i prezzi dei beni di largo consumo in particolare del settore alimentare in cui il carburante incide per il 30-40% sul costo finale. Con un aumento del 25,8% in un anno, benzina e diesel in Italia hanno i prezzi più alti in Europa, tanto che gli automobilisti si mettono in coda ai valichi svizzeri e sloveni per sfruttare i prezzi più bassi di un 20-30%. In Svizzera la verde si può trovare sui 1,5 euro e il diesel anche a 1,56 euro al litro anche se il governo sta studiando un piano per favorire la concorrenza dei distributori nelle zone confinanti.

Da cosa dipende un prezzo dei carburanti così alto e in particolare del diesel? Dalla tassazione che è arrivata in Italia 54%, mentre in Germania è al 49,7, in Francia al 48,2 e in Spagna al 41,9%. In Italia così i carburanti hanno prezzi il 10% più alti della Francia, il 7% della Germania e addirittura il 30% della Spagna. Un pieno per un’auto di media cilindrata costa oramai sui 90 euro: avere un’auto è un lusso.