Ragazza beve tazza tè gratis

Si chiama Ziferblat la catena di bar dove l’unica cosa che si paga è il tempo. Caffè, tè, biscotti, spuntini e altro sono a disposizione dei clienti gratis. In un angolo c’è anche un forno microonde per scaldare e cucinare i propri cibi

Ziferblat è una catena di bar gratis, un esperimento nato a Mosca e unico nel suo genere, dato che è sicuramente non era usuale nella metropoli pagare solo il tempo trascorso in un locale. Il tentativo è essere social della vita reale, creando una community di persone che vogliono utilizzare lo spazio e soprattutto il tempo, per creare qualcosa di interessante.

In questi bar gratis l’idea è fornire ad ogni cliente una sveglia o orologio vintage, in stile con il resto del locale, in cui è segnata l’ora di ingresso che verrà messa in conto all’uscita. Nel frattempo ci si può accomodare, parlare, leggere e rifocillarsi senza spendere un soldo. Ci sono divani, poltrone e tavolini per rilassarsi come nel salotto di casa propria , liberi di esprimersi sempre nel rispetto dello spazio e delle altre persone presenti. Non a caso i fondatori sono un gruppo di poeti erranti. Nei locali ci sono spazi condivisi per lavorare, ma anche cose come pianoforte e un giradischi che grandi e bambini possono usare e mostrano di apprezzare.

Quanto costa il tempo? Il prezzo di permanenza è di circa 5 euro all’ora, da assaporarsi piano piano in tutta libertà magari facendo amicizia con altri, scambiandosi idee e progetti davanti a una bevanda. All’ingresso si viene registrati, insieme all’ora d’entrata, dopodiché si può fare ciò che si desidera, dal mangiare una colazione a giocare o leggere. Se poi si avvicina l’ora di pranzo c’è sempre un forno a disposizione per chi ha pensato bene di portarsi il cibo da casa. Nel frattempo snack e frutta a volontà, sulla dispensa alla portata di tutti.

Aprire bar gratis in franchising

L’idea dello Ziferblat sembra essere vincente, anche da un punto di vista economico e non solo. Più le persone si trovano a proprio agio, e più spendono tempo in modo piacevole, che si traduce in un maggiore incasso per i gestori. Ciò ovviamente si traduce in accoglienza e simpatia da parte dei ragazzi che lo gestiscono. Chi c’è stato dice di essersi trovato bene. Alcuni dicono che il cibo è basilare, la maggioranza è soddisfatta e comunque non è per mangiare più o meno a sbafo che si frequenta un posto simile.

Dalla sede di Mosca gli ideatori del bar gratis sono riusciti a promuovere l’apertura di locali in franchising in molte città europee, frequentate particolarmente da turisti, professionisti e imprenditori. Altre situazioni simili esistono già, a Londra e in altre città inglesi, Pietroburgo, ma anche a Praga e a Lubiana. Tutti locali con uno stesso stile e specialmente aperti a chi vuole trovare un ambiente accogliente dimenticando il caos cittadino per tutto il tempo che desidera, pagando una modica cifra che si ferma ad un massimo di 4 ore.