I benefici del bagno caldo, un rituale millenario che offre rilassamento muscolare, riduzione dello stress e miglioramento del sonno. Scopri come ottimizzare questa pratica rigenerante creando uno spazio dedicato al tuo benessere complessivo

Per sfruttare i benefici del calore non tutti possono permettersi una sauna o un bagno turco. Per allontanare la stanchezza, distendere la mente, lo spirito e rilassare i muscoli dopo una giornata intensa può servire fare un bagno caldo per unire gli effetti del calore sul corpo alle virtù e le proprietà rigeneratrici dell’acqua, con oli essenziali che liberano gli umori e alleviano la tensione muscolare.

Fare un bagno caldo è un’abitudine che molti di noi apprezzano, soprattutto nelle stagioni fredde o dopo una giornata stressante. Ma quali sono i benefici reali di immergersi nell’acqua calda? E quali sono le precauzioni da seguire per evitare effetti indesiderati? In questo articolo vedremo come il bagno caldo agisce sul nostro organismo, quali sono le sue proprietà terapeutiche e come sfruttarle al meglio.

Indice

Cos’è il bagno caldo?

Il bagno caldo è una pratica che consiste nell’immergere il corpo o parte di esso in acqua riscaldata a una temperatura superiore a quella ambientale, solitamente tra i 37 e i 40 gradi Celsius. Può essere fatto in vasca da bagno, in una piscina termale o in una vasca idromassaggio. Il contatto con l’acqua calda provoca una serie di reazioni fisiologiche nel nostro organismo.

L’abitudine di immergersi nell’acqua calda per favorire il proprio benessere ha origine antichissime, come nel caso degli hamman, delle tradizioni degli onsen, le stazioni termali giapponesi e di quelle dell’antica roma. Il motivo è semplice: un bagno caldo migliora l’umore e offre conforto alla mente e al corpo inducendo sensazioni di quiete e relax. Non a caso è indicato prima del sonno per dormire meglio, anche perchè uscendo il corpo raffreddandosi produrrà più melatonina.

La dilatazione dei vasi sanguigni, favorisce la circolazione del sangue e l’ossigenazione dei tessuti. L’aumento della sudorazione, che aiuta a eliminare le tossine e a regolare la temperatura corporea. Il rilassamento dei muscoli, che allevia le tensioni e i dolori. La stimolazione delle terminazioni nervose, che produce effetti analgesici e antinfiammatori. La liberazione di endorfine, che sono sostanze naturali che inducono piacere e benessere.

Benefici del bagno caldo

Il bagno caldo può apportare diversi benefici alla salute fisica e mentale. Può migliorare la qualità del sonno, facilitando l’addormentamento e la durata del riposo notturno. Ridurre lo stress, abbassando i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, e aumentando quelli di serotonina, l’ormone della felicità. Prevenire e curare il raffreddore, grazie all’effetto decongestionante dell’acqua calda sulle vie respiratorie.

Alleviare i sintomi della sindrome premestruale, come il mal di schiena, il gonfiore addominale e i crampi. Favorire la digestione, stimolando la motilità intestinale e la secrezione di succhi gastrici. Prevenire e trattare le infezioni delle vie urinarie, aumentando il flusso urinario e riducendo la proliferazione batterica. Migliorare la salute della pelle, idratandola, purificandola e rendendola più luminosa.

Oltre ai vantaggi fisici, il bagno caldo può avere anche effetti positivi sulla salute mentale, tra cui migliorare l’umore, contrastando la depressione e l’ansia. Aumentare l’autostima, migliorando l’immagine corporea e la percezione di sé. Stimolare la creatività, favorendo il pensiero divergente e l’intuizione. Potenziare la memoria, facilitando l’apprendimento e il consolidamento delle informazioni. Rafforzare i legami affettivi, creando un’atmosfera intima e romantica.

Bagno con erbe e oli essenziali

Gli effetti benefici di un bagno caldo possono migliorare aggiungendo erbe o oli essenziali. L’acqua calda e il vapore dilatano i vasi sanguigni aumentando la sudorazione, rilassando i muscoli e le articolazioni, e portando il calore alla superficie. Al contempo si inalando i vapori e si assorbono gli effluvi aromatici benefici e le virtù terapeutiche di diverse essenze anche tramite la pelle.

Si possono utilizzare le erbe aromatiche presenti in cucina: un cucchiaio di foglie di timo, uno di salvia, di rosmarino, lavanda e anche di foglie di origano anche secco, facendo bollire per circa 5-10 minuti le erbe in una pentola da versare poi nel resto del bagno. L’alternativa è l’uso di oli essenziali. Ne bastano poche gocce (dai 5 a 10), diluiti in un cucchiaio di olio (di mandorle o di oliva) per evitare che secchino la pelle. Ma quali sono le erbe migliori da aggiungere ad un bagno caldo?

  • Timo Ideale dopo una giornata di sci o di qualsiasi altro sport. Il timo ha un’azione fortificante e tonica e calma dolori provocati da sforzi, distorsioni, contusioni, dolori reumatici e nevralgici in genere. Fare bollire due manciate di timo fresco in un litro d’acqua per dieci minuti circa. Si filtra e si aggiunge all’acqua del bagno.
  • Pino Indicato soprattutto per bambini deboli e convalescenti e molto utile anche dopo lo sport. Combatte l’irrigidimento dei muscoli causato dallo sforzo in più regala benessere e bellezza e svolge una valida azione calmante e rinfrescante su tutto l’organismo. Fare bollire 300 grammi di aghi di pino (anche aghi, rametti e gemme) per cinque minuti in tre litri d’acqua. Filtrare e versare nell’acqua del bagno.
  • Lavanda Rilassante e tonica ed è molto apprezzata per il suo aroma. Ci vogliono 50 grammi di sommità fiorite in 1 litro d’acqua. Fare bollire per dieci minuti circa e versate nell’acqua del bagno.
  • Foglie di noce Bastano dieci o quindici foglie verdi di noci oppure due manciate di foglie secche da sminuzzare e mettere in 1 litro d’acqua. Fare bollire 15-20 minuti e versare nell’acqua del bagno.
  • Alloro Tonifica e tiene lontano l’influenza. Mettere un grosso pugno di foglie di alloro in una pentola con due litri d’acqua. Fare bollire per 15 minuti e versate nell’acqua.
  • Melissa Stimolante e piacevolmente profumato. Fare bollire una manciata di melissa in un litro e mezzo di acqua per quindici minuti. Filtrare e aggiungere all’acqua del bagno.
  • Angelica Tonifica e sviluppa calore. Bisogna fare bollire circa 15 minuti 50 grammi di radice di angelica in 2 litri d’acqua da versare poi nel bagno.

Controindicazioni e consigli

Nonostante i numerosi benefici, il bagno caldo non è privo di alcune controindicazioni. Dovrebbero evitare o limitare di immergersi le donne in gravidanza, perché il calore potrebbe causare contrazioni uterine e alterare la circolazione fetale. Le persone con problemi cardiaci per non aumentare la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa. Chi ha problemi di pelle per non aggravare infiammazioni, irritazioni e le infezioni.

Dovrebbe evitare bagni caldi chi ha la febbre, perché il calore potrebbe innalzare ulteriormente la temperatura corporea. Per evitare effetti indesiderati come disidratazione, ipotensione, mal di testa e nausea, è bene seguire alcuni consigli pratici, a cominciare dal non fare il bagno caldo a stomaco pieno o a digiuno, ma almeno due ore dopo aver mangiato per un massimo di 20 minuti e uscire gradualmente dall’acqua.

Fare bagni caldi al massimo due o tre volte a settimana con temperature non troppo alte, ma adeguate al proprio benessere. Asciugarsi bene quando si esce dal bagno per evitare sbalzi termici e raffreddamenti. Bere molta acqua prima, durante e dopo un bagno caldo, per reintegrare i liquidi persi. Infine sarebbe meglio non immergersi da soli, ma in compagnia di qualcuno che possa soccorrerci in caso di bisogno.


Articolo precedenteSauna e bagno turco: origine benefici
Articolo successivoImparare a suonare uno strumento da adulti
Autore: Redazione
Da due decenni esploriamo idee che dalla musica coinvolgono cultura, società e lifestyle. Scrivendo di passioni, tecnologia, mercato, economia e benessere, trattiamo alcuni temi anche per stimolare riflessioni che promuovano uno stile di vita più armonioso e consapevole. Le nostre pubblicazioni hanno raggiunto milioni di lettori.