asciugacapelli migliore

Pensavate che i vostri capelli bagnati fossero immuni dal richiamo della tecnologia? Ciò che si annuncia come l’asciugacapelli migliore al mondo è un modello della Dyson che farà sognare molti uomini e donne che al fascino della chioma uniscono l’uso di oggetti esclusivi

Ci sono oggetti il cui utilizzo e caratteristiche, salvo qualche differenza minima, diamo per scontati perchè non cambiano mai. Un esempio? Gli asciugacapelli hanno forme sostanzialmente uguali da sempre per tutte le marche, fino dal loro ingresso su mercato. Pensate che i primi modelli di fon (scritto anche come phon o fohn) arrivarono nelle case all’incirca nel 1920, dopo che per qualche decennio erano stati disponibili solo nei saloni di bellezza. In particolare fu il francese Alexander F. Godefroy ad offrirlo per primo alle sue clienti, mentre il brevetto dell’asciugacapelli portatile casalingo risale al 1911 per mano di Gabriel Kazanjian, un americano di origine armena.

Nel frattempo gli asciugacapelli si sono diffusi in tutto il mondo, dotati di motori più o meno potenti capaci di muovere una ventola il cui flusso d’aria per scaldarsi attraversa una bobina di filo incandescente prima di uscire dall’involucro. Potenza, silenziosità e leggerezza sono da sempre le caratteristiche più richieste in ogni asciugacapelli migliore. Ma dal 1954, anno in cui uscì il primo modello con motore interno, i modelli delle varie marche produttrici di elettrodomestici si sono evoluti differenziandosi l’un l’altro principalmente per i vari accessori di cui sono dotati e nulla più.

Cosa era necessario inventarsi quindi per ricevere la nomea di asciugacapelli migliore al mondo e rivoluzionare un dispositivo che contribuisce quasi quotidianamente all’igiene e alla bellezza di centinaia di milioni e milioni di donne e uomini in ogni parte del mondo? Non era certo facile. La responsabilità di una simile impresa se l’è presa la Dyson, azienda specializzata in elettrodomestici e in particolare in aspirapolveri – e non è un caso, dato che prima dell’invezione del phon venivano usate le aspirapolveri per asciugarsi i capelli. Il suo asciugacapelli si chiama Dyson Supersonic e fa della leggerezza la sua caratteristica più importante, ma non solo.

Per produrre l’asciugacapelli migliore al mondo l’azienda ha dichiarato di avere utilizzato un apposito laboratorio di ricerca che ha coinvolto più di 100 ingegneri per più di 4 anni. Cos’ha di così rivoluzionario il Dyson Supersonic? Come si può vedere nel video di presentazione, innazitutto il motore, largo appena 27 mm e nascosto nel manico, tale da conferire all’oggetto leggerezza e silenziosità mai viste e garantire un’alta efficienza anche nell’asciugare i capelli. Unico piccolo neo il prezzo: verrà venduto da settembre a circa 400 euro. Ma si sa, l’effetto wow si paga a caro prezzo, sia che si tratti di iPhone che di phon.