mostra arte cibo milano metro de troy

Milano anche grazie all’Expo sta vivendo un periodo particolarmente fertile dal punto di vista culturale. Tra le tante aree dismesse trasformate in hub della cultura, della musica e dell’arte e le iniziative a tema gastronomico che un pò ovunque animano la città, per i visitatori anche la possibilità di ammirare alle fermate dei metrò dettagli di dipinti sul tema del cibo.

L’idea di una mostra gratuita nelle stazioni della metropolitana è venuta a Philippe Daverio, critico d’arte e giornalista noto al grande pubblico anche come divulgatore televisivo, che ha trovato in Esselunga un partner per la sua realizzazione tra le fermate delle linee rossa, verde e gialla. Circa una trentina di opere realizzate tra il 1600 e il 1900 sul tema del cibo e riprodotte in oltre 200 esemplari prendono così il posto dei cartelloni pubblicitari e possono essere ammirati da tutti durante le attese dei convogli.

Al posto di pannolini o schede telefoniche, a milanesi e turisti la possibilità di ammirare dettagli di natura morta alimentare e canestri di frutta e verdura – come quello disegnato da Bartolomeo Bimbi per i Medici di Firenze – oppure farsi ingolosire da banchetti a base di ostriche e Champagne (Jean François de Troy) e ancora molto altro. Come ogni buona mostra d’arte anche questa avrà le sue opere raccolte in un piccolo catalogo che uscirà per Rizzoli. Il successo è assicurato: tra tutti i musei di Milano questa mostra sarà sicuramente quella più frequentate. Le opere rimarranno esposte fino a luglio e la vedranno circa 1 milione di persone dotati semplicemente di biglietto del tram…