fiere arte

L’appuntamento con la Fiera dell’arte moderna e contemporanea a Bologna segna una incremento considerevole delle gallerie principali protagoniste del grande evento che apre a nuovi mercati e settori dell’arte.

Rispetto agli anni scorsi per l’Arte Fiera a Bologna che apre i battenti venerdì 24 gennaio fino a lunedì per la gioia degli amanti e collezionisti di arte moderna e contemporanea, le novità arrivano dalla presenza di opere tra fine Ottocento e inizio Novecento e l’apertura alla fotografia, che portano a 172 il numero di gallerie partecipanti con 2000 opere esposte di 1.100 artisti, mentre sono 33 gli operatori che partecipano come editori, librerie, periodici d’arte e associazioni.

A contribuire all’incremento in controtendenza rispetto alla diminuzione del giro d’affari del mercato dell’arte negli ultimi tempi, 10 gallerie provenienti dall’est Europa e altre 10 da paesi come Giappone, America e Germania liete di potere partecipare ad una vetrina così prestigiosa. Crisi a parte, gli organizzatori di Arte Fiera sottolineano il fattore qualità delle proposte per competere con il sempre maggior numero di Fiere organizzate sia in Italia che nel resto del mondo, in particolare Cina, Asia, Medioriente, Sudamerica. Del resto nel cuore della città di Bologna gli appuntamenti dedicati all’arte contemporanea sono numerosi, gratuiti e aperti al pubblico che si divide tra incontri, aperture straordinarie di musei, installazioni in giro per la città, inaugurazioni e spazi inediti.