argilla

L’argilla è un concentrato di capacità terapeutiche e benefiche, una terra curativa che aiuta a depurarsi naturalmente. Usata in modo opportuno assorbe dal corpo elevate quantità di tossine cedendo in cambio sostanze minerali rivitalizzanti ed energetiche

L’argilla portatrice dei principi vitali della terra, madre della vita. Al potere di assorbimento di acqua e gas dannosi all’organismo per depurarsi naturalmente, unisce l’azione antibatterica: elimina i batteri e le loro tossine, immunizza contro le infezioni microbiche, rinnova e rivitalizza le cellule.

Un delicato meccanismo fisico di scambio di elementi dove l’azione di assorbimento si limita ai microbi e batteri, tossine e scarti del metabolismo intestinale, senza intaccare i nutrimenti come vitamine e minerali che anzi ricevono una sferzata di vitalità. La stessa energia che si sprigiona dallo scambio di minerali e oligoelementi preziosi contenuti nell’argilla per il trattamento di disturbi articolari, anemie e nei casi di demineralizzazione dell’organismo.

Utilizzi dell’argilla nel mondo

In alcuni Paesi al mondo, soprattutto in Africa, Asia e India le popolazioni hanno continuato a curarsi preparando impiastri da applicare sulle varie parti del corpo e ingerendo argilla per depurarsi naturalmente. Ancora oggi viene introdotta in alcune specialità culinarie per favorirne l’assimilazione, in Indonesia ad esempio si prepara una polenta con la terra. Nei centri termali e nei centri benessere l’uso dell’argilla è una pratica largamente diffusa con l’utilizzo dei fanghi a cui si unisce lo studio e la preparazione di prodotti per le più diverse esigenze: dalla pulizia del viso all’azione snellente, il panorama è davvero vasto.

La tradizione popolare ci ha tramandato numerose ricette cosmetiche a base di argilla per preparare ricette fai da te. Shampoo, creme per il corpo, maschere e dentifrici arricchiti da da altri ingredienti naturali e oli essenziali sono i più conosciuti fino ad arrivare alla cura per la sudorazione eccessiva e l’eritema solare.

L’argilla verde ventilata

Dipende dallo scopo terapeutico, hanno diverse proprietà e si differenziano per il colore, composizione e granulometria (grossa, fine e ventilata). L’argilla verde ‘ventilata’ ha consistenza impalpabile ed è la migliore per depurarsi naturalmente: facilita l’espulsione di veleni, elimina i parassiti intestinali e ristabilisce l’equilibrio. Inoltre cura intossicazioni intestinali e problemi dermatologici, guarisce sia ferite esterne che interne come l’ulcera gastroduodenale. Ma le sue virtù non si esauriscono, l’argilla oltre a depurare naturalmente il corpo è un potente energizzante: cede all’organismo minerali e oligoelementi preziosi nel trattamento di disturbi articolari, anemie e nei casi di demineralizzazione.

Cura disintossicante con l’argilla

1 cucchiaino di argilla in un bicchiere di vetro si mescola l’acqua con un bastoncino di legno si copre con una garza e si lascia riposare il composto per almeno 10-12 ore prima di berlo (solo l’acqua, la terra rimane sul fondo). Lontano dai pasti la mattina per circa un mese facendo poi una pausa per una decina di giorni, quindi riprendere ancora per un mese l’assunzione di acqua argillosa (particolarmente utile anche in caso di iperacidità gastrica o di ulcere).

Ridurre il consumo dei grassi durante la cura disintossicante facilita il risultato e tiene lontani gli episodi di stitichezza (i grassi tendono ad indurire a contatto con l’argilla). Il consiglio è sempre la cautela nell’utilizzo interno: verificare la personale compatibilità e chiedere consiglio al medico o farmacista di fiducia.