argilla

L’argilla è una terra curativa ricca di proprietà terapeutiche e benefiche per depurarsi naturalmente. Può essere usata per assorbire dal corpo le tossine cedendo in cambio sostanze minerali rivitalizzanti ed energetiche

L’argilla è portatrice di principi vitali della terra tanto da venire chiamata anche ‘terra curativa’. La sua natura chimica, parte di un complesso di rocce sedimentarie, giustifica l’efficacia di minerali e oligoelementi che sul corpo svolgono un delicato meccanismo di scambio. L’azione di assorbimento si limita ai microbi e batteri, tossine e scarti del metabolismo intestinale, senza intaccare i nutrimenti come vitamine e minerali che anzi ricevono una sferzata di vitalità.

L’argilla utilizzata a scopo terapeutico può essere verde o bianca a seconda degli utilizzi e si differenzia per il colore, composizione e granulometria (grossa, fine e ventilata). L’energia dell’argilla si sprigiona dallo scambio di minerali e oligoelementi per il trattamento di disturbi articolari, anemie e nei casi di demineralizzazione dell’organismo. L’esatta composizione chimica e l’azione specifica sull’organismo umano è qui definita.

Benefici dell’argilla

L’argilla elimina i batteri e le loro tossine, immunizza contro le infezioni microbiche, rinnova e rivitalizza le cellule. Determina una vera e propria azione antisettica e battericida, a cui si unisce un potere di assorbimento di acqua e gas dannosi all’organismo per depurarsi naturalmente. Ottimo cicatrizzante, cura ferite e piaghe senza dimenticare l’azione energizzante grazie alla sue capacità toniche e riequilibratrici sull’intero organismo.

L’argilla verde (meglio quella ventilata, di consistenza impalpabile, più fine ed efficace) è la migliore per depurarsi naturalmente. Le sue proprietà terapeutiche servono per facilitare l’espulsione di veleni, eliminare parassiti e ristabilire l’equilibrio intestinale. Quella bianca (in versione ‘caolino’ adatta a uso interno) è nota per le sue proprietà assorbenti e antinfiammatorie. Nella cosmesi deterge delicatamente e purifica la pelle favorendo il suo normale equilibrio. Idee di utilizzo cosmesi fai da te.

Utilizzi dell’argilla nel mondo

In alcuni Paesi al mondo, soprattutto in Africa, Asia e India le popolazioni hanno continuato a curarsi preparando impiastri da applicare sulle varie parti del corpo e ingerendo argilla per depurarsi naturalmente. Ancora oggi viene introdotta in alcune specialità culinarie per favorirne l’assimilazione, in Indonesia ad esempio si prepara una polenta con la terra. Nei centri termali e nei centri benessere l’uso dell’argilla è una pratica largamente diffusa.

All’utilizzo dei fanghi si unisce lo studio e la preparazione di prodotti per le più diverse esigenze: dalla pulizia del viso all’azione snellente. La tradizione popolare ci ha anche tramandato numerose ricette cosmetiche a base di argilla fai da te. Tra gli usi più conosciuti l’argilla è utilizzata nella preparazione di shampoo, creme per il corpo, maschere e dentifrici, fino ad arrivare ai sistemi naturali per curare per la sudorazione eccessiva e l’eritema solare arricchiti con ingredienti naturali e oli essenziali.

Proprietà argilla verde ventilata

L’argilla verde ventilata serve per curare intossicazioni intestinali e problemi dermatologici, guarisce ferite sia esterne che interne come l’ulcera gastroduodenale. Ma le sue virtù non si esauriscono, si rivela un potente energizzante: cede all’organismo minerali e oligoelementi preziosi nel trattamento di disturbi articolari, anemie e nei casi di demineralizzazione. Nella cosmesi fai da te è altrettanto preziosa: purificante, lenitiva e riequilibrante viene utilizzata per maschere e detergere la pelle (sebo equilibrante).

  • Maschera per la pulizia del viso Mescolare insieme 1 cucchiaio di argilla, mezzo cucchiaio di miele e acqua in modo da creare un’impasto fluido. Dopo aver lavato il viso con acqua tiepida spalmare uniformemente su tutto il viso il composto e lasciarlo agire per circa 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida e poi fredda.
  • Maschera antirughe Una mela grattugiata (solo la polpa) con un vasetto piccolo di yogurt magro e argilla quanto basta per creare una consistenza morbida da stendere sul viso e lasciare seccare.

Curare intestino e disintossicarsi

1 cucchiaino di argilla in un bicchiere di vetro si mescola l’acqua con un bastoncino di legno si copre con una garza. Lasciare riposare il composto di acqua argillosa per almeno 10-12 ore prima di berlo (solo l’acqua, la terra rimane sul fondo) sempre lontano dai pasti e di mattina. La cura dura circa un mese seguita da una pausa di una decina di giorni per poi riprendere ancora per un mese (particolarmente utile anche in caso di iperacidità gastrica o di ulcere).

Ridurre il consumo dei grassi durante la cura disintossicante facilita il risultato e tiene lontani gli episodi di stitichezza (i grassi tendono ad indurire a contatto con l’argilla). Il consiglio è sempre la cautela nell’utilizzo interno: verificare la personale compatibilità e chiedere consiglio al medico o farmacista di fiducia.