topi grigi

Sempre più imprevedibile il mondo degli animali alle prese con i suoni. Se nel caso dei pennuti una certa propensione al canto non poteva creare grossa sorpresa, la stessa cosa non si può dire nell’immaginare un topo che si metta a cantare dolci melodie per conquistare una femmina. E non stiamo parlando del Topolino di Walt Disney…

Sono stati gli studiosi dell’Università di St. Louis di Washington, Timothy Holy e Zhongseng Guo, ad avere scoperto che anche i topi sono capaci di cantare vere e proprie canzoni d’amore. Cresce insomma la lista di esseri viventi capaci di emettere suoni con caratteristiche musicali, che vede l’uomo in compagnia di uccelli, pipistrelli e poche altre specie di mammiferi come balene, delfini e gibboni. Dalla vocina di un roditore non aspettatevi di ascoltare qualcosa di simile ad una “E tu come stai” di un Baglioni; in realtà il canto di questi animali non è percepibile dall’orecchio umano. Si tratta di ultrasuoni, che una volta rielaborati al computer, nascondono però delle vere e proprie melodie, ricche quanto quelle degli uccelli.

I ricercatori non sono ancora sicuri sul ruolo che il “canto” dei topi avrebbe nella selezione di un compagno da parte di una femmina. Insomma, la possibilità che il maschio più abile nel canto sia anche avvantaggiato dal punto di vista dell’accoppiamento, deve essere ancora studiata. Negli uccelli, ad esempio, sono solo i maschi a cantare veramente. Gli scienziati sono arrivati alla scoperta in modo casuale, mentre analizzavano la risposta di alcuni topi maschi agli stimoli provocati da feromoni sessuali contenuti nelle urine delle femmine di topo. L’esperimento, ripetuto con 45 topi diversi, ha prodotto sempre risultati positivi e con melodie differenti e potrà essere utile anche per scoprire come e perchè è nata la capacità umana di cantare.