amazon music unlimited

Il servizio di streaming Amazon Music Unlimited in abbonamento mensile è attivo anche in Italia. Come funziona e quale costo ha ascoltare musica digitale sul sito del colosso dello shopping tra prodotti e servizi a 360°

Amazon Music Unlimited sbarca anche in Italia. Dopo essere partito in America e successivamente in Gran Bretagna, il servizio per ascoltare musica in streaming a pagamento funziona anche da noi e nel resto d’Europa.

Con Amazon Music Unlimited la musica si torna a pagare ed è finito il tempo dello streaming gratis? Chissà. Può essere forse per mancanza di alternative, ma questo potrebbe passare alla storia come l’anno zero della musica on the cloud. Dopo Spotify che si appresta ad entrare in borsa, i giganti del web sembrano crederci. Apple e Google sono già della partita, Soundcloud è in qualche modo finanziato da Twitter. Insomma alla rosa mancava solo Amazon. Non che nella sua galassia di prodotti e servizi la musica non ci fosse già da tempo.

Amazon ha da tempo un negozio di musica online per acquistare cd, vinile e scaricare mp3. Per quanto riguarda la musica in streaming nel 2015 ha lanciato Prime Music dove si potevano ascoltare canzoni senza pubblicità on the cloud con un abbonamento di 99 dollari all’anno. Una offerta per il pubblico di Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Giappone che sembrava funzionare, tanto da diventare il servizio di streaming più utilizzato in America. Lo usano circa il 10% delle famiglie americane con connessione a banda larga, contro il 6% di Pandora One e il 4% di Spotify Premium.

Prezzi streaming Amazon

Amazon Prime Music è stato a lungo anche il servizio per ascoltare musica senza interruzioni più conveniente considerando un anno di abbonamento. Però offriva un catalogo notevolmente inferiore ai rivali: circa 1,4 milioni di tracce contro 30 milioni di Spotify. Ora il catalogo invece è praticamente infinito con 50 milioni di brani brani.

Abbonarsi ad Amazon Music Unlimited per ascoltare musica senza interruzioni da un catalogo praticamente infinito di 50 milioni di brani brani costa 9,99 euro al mese. Il primo mese è gratis, mentre l’abbonamento annuale che fa risparmiare due mesi di abbonamento costa 99 euro anno solo per i clienti Amazon Prime. Per risparmiare ancora di più in famiglia c’è un abbonamento Family che comprende 6 account a 14,99 euro al mese, o 149 euro all’anno.

Amazon Music come funziona

Amazon Music Unlimited in abbonamento mensile amplia l’offerta del colosso dello shopping online, che diventa uno dei negozi più forniti anche nell’ambito dell’intrattenimento musicale. Lo fa sia in termini di quantità di brani, con 50 milioni di titoli disponibili, che come scelta di prezzi, facilità di utilizzo e periodo di abbonamento.

Modalità off line Il servizio di Amazon per essere utilizzato ovviamente necessita di una connessione alla rete. Ma per chi non vuole consumare troppo traffico con lo smartphone, utilizzando una connessione wi-fi anche pubblica, c’è anche la possibilità di ascoltare canzoni in modalità offline. In pratica gli iscritti ad Amazon Music Unlimited, oltre ad ascoltare musica in streaming, possono prima scaricare canzoni e album sui propri dispositivi e ascoltarli offline.

Perchè scegliere Amazon Music

Oggi tutti i servizi di streaming si assomigliano. Perchè un giovane utente dovrebbe scegliere Amazon piuttosto che Spotify, Apple o Google? La tattica vincente è dare agli utenti la possibilità di trovare e acquistare tutto in un solo negozio online aprendo un solo account. Dai prodotti di largo consumo, a quelli tecnologici, fino a libri digitali e alla musica. Cd, mp3 o streaming, poco importa.

Caratteristiche di Amazon Music Unlimited a parte, il punto è che alla gente piace interagire con la musica in modi diversi. Se Apple aveva sbaragliato la concorrenza con l’accoppiata iPod/iTunes, la scommessa di Amazon è fornire in un unico servizio musica fisica, digitale e anche i nuovi apparecchi per ascoltarla. La sfida è arrivare ai 40 milioni di abbonati di Spotify e ai 17 milioni di iTunes.

Tutto in un negozio online?

Ma quanto riguarda i contenuti on demand non finisce qui. Già su Amazon si possono acquistare spettacoli televisivi e film da vedere in streaming. D’altronde la tecnologia semplifica la vita rendendo più facile comunicare, informarsi e fare acquisti. Utenti e navigatori sembrano accettare di buon grado la possibilità di trovare tutto in un negozio online, sembrano sempre più pigri. Vale per lo shopping in generale: varrà per la musica?

Che non si tratti di una teoria campata in aria basta vedere il successo dei centri commerciali: i clienti entrano perchè trovano di tutto senza fatica. Oppure basta vedere l’evoluzione dei social. Dopo Facebook i tentativi di creare nuovi servizi sono tutti più o meno falliti o faticano, come ad esempio Snapchat. Amazon è convinta che lo stesso principio possa valere nell’acquisto di musica. Di solito non sbaglia: lo dimostrano gli oltre 70 miliardi di dollari che ogni anno fattura in prodotti venduti online.