nuvole cielo

Da Roma a New York il tam-tam è lo stesso: urge trovare una soluzione al riscaldamento globale e sensibilizzare l’opinione pubblica con una marcia per le strade. L’appello è rivolto in particolare ai politici che il prossimo 23 settembre si riuniranno per discutere a New York dei problemi climatici.

Ricordare a tutti che ad oggi non esistono impegni concreti di politiche energetiche alternative contro il riscaldamento globale. E’ questo il motivo che muove centinaia di persone all’appuntamento per le strade di Roma è fissato per domenica 21 settembre a partire dalle 15.30 in via dei Fori Imperiali con musica dal vivo e maxi schermo per seguire dal vivo la stessa marcia, a piedi o in bicicletta, in programma a New York. Impossibile non ricordare i disastri dovuti al clima negli ultimi anni, per non parlare delle conseguenze devastanti legate al sostentamento di intere popolazioni che muoiono di fame ogni giorno mentre i politici sembrano giocare al rimando… non c’è più tempo! E’ questa la voce del popolo che speriamo si senta ovunque nel mondo.

Intanto le OGM internazionali e le associazioni ambientalistiche si schierano per intimare ai rappresentanti dei Paesi presenti al vertice ONU una presa di posizione immediata. Dati e costi alla mano sottolineano ancora una volta la situazione disperata in cui il Pianeta Terra si trova se non si ricorre alle giuste misure: incentivi al risparmio energetico e sostegno allo sviluppo delle energie rinnovabili da parte dei governi. L’appello di Roma, in contemporanea con New York, è rivolto ai cittadini di tutto il mondo per lottare contro i cambiamenti climatici: invertire la rotta si può e si deve.