Alberi da frutto agrumi e bacche in vaso

Coltivare alberi da frutto, agrumi e bacche permette di gustare direttamente i prodotti del proprio orto nel pieno della maturazione, risparmiare ma soprattutto di provare una gratificazione personale senza uguali

Come coltivare alberi che producono frutti commestibili all’uomo? Quella degli alberi da frutto non è una coltivazione semplice. Per questo abbiamo raccolto una serie di consigli e accorgimenti tecnici necessari per chi decide di dedicarsi a un’attività comunque impegnativa che comunque può regalare frutti freschi tutto l’anno che oltre al conseguente risparmio sulla spesa può regalare sapori altrimenti sconosciuti.

La scelta di coltivare nell’orto e sul terrazzo alberi da frutto, agrumi e bacche presuppone una conoscenza delle principali tecniche e regole: clima, posizione e tipo di terreno sono parametri importanti da valutare prima di procedere. Fondamentale è assicurarsi che il terreno sia sano e poi non avere fretta. Bisogna aspettare un paio di anni prima che l’albero dia i frutti e nel frattempo curare la pianta con fertilizzanti, meglio senza pesticidi. Utile conoscere le caratteristiche ed avere consigli sulla principali piante da giardino che troverete in questa breve guida.

Scelta e cura alberi da frutto

Gli alberi da frutto sono abbastanza semplici da coltivare a condizione che il terreno sia profondo e posizionato una zona soleggiata non soggetta a gelate. I vantaggi sono la facilità di raccolta della frutta per tutta la vita della pianta e la possibilità di avere sulla tavola più varietà arboree per estirparle dal terreno e spostarle senza interferire con il loro sviluppo. Inoltre in inverno i vivai offrono alberi a radice nuda che costano molto meno rispetto alle stesse specie coltivate in vaso. Alcune piante da frutto possono essere coltivate in vaso con risultati soddisfacenti.

Se si dispone di uno spazio limitato gli alberi nani rappresentano una valida opportunità. Verificare la garanzia fornita dal vivaio: la possibilità di sostituire la pianta se si verificano delle carenze nel breve tempo. Esaminare lo stato delle radici: non devono essere avvizzite e fragili. Meglio eliminare tutte le estremità rotte per ridurre al minimo la superficie esposta a possibili infezioni o malattie. Tra i consigli per scegliere un albero giusto verificare il corretto sviluppo della parte superiore: è conveniente che sia flessibile con una corteccia non rovinata.

Una buona potatura è vitale per coltivare con successo alberi da frutto. Permette di aprire l’albero a una buona penetrazione della luce e incoraggiare una ramificazione robusta per sostenere i frutti. Inoltre è l’occasione per dare una forma base alla pianta. I consigli generici sono per eseguire tagli con un angolo di 45 gradi realizzati vicino al ramo principale usando attrezzi ben affilati. In realtà ogni tipo di alberi da frutta si sviluppa in modo differente e necessita di particolari attenzioni.

Alberi da frutto e bacche

Gli agrumi sono arbusti sempreverdi venduti in vaso famosi per i frutti succosi, dolci o asprigni. Tipiche piante presente nel Mediterraneo, si trovano di diverse taglie e tipologie. Oltre al clima mite e temperato richiedono un buon drenaggio e di un alto livello di azoto nel terreno. Arancio e limone tra i più comuni, non bisogna dimenticate le altre specie. Lime, kaffir lime, pompelmo, mandarino, kumquat o mandarino cinese sono facili da coltivare ma attenzione alle temperature, sono sensibili al gelo.

Piantare i cespugli di more, lamponi, mirtillo, uva spina e ribes è semplice e necessitano di poca manutenzione. Bisogna potarle almeno una volta all’anno e legare i rami a livello del terreno. Meglio fornirsi di un traliccio a sostegno della crescita per more e lamponi, mentre mirtilli, uva spina e ribes crescono in cespugli. Le fragole in particolare si prestano a essere coltivate in vasi o su aiuole rialzate con grande successo. Molte fragole amano anche il freddo quindi si possono piantare anche in autunno, l’importante che il terreno sia umido.