Scopri cosa sono gli acufeni, le loro cause, i sintomi principali e i rimedi disponibili per alleviare questo disturbo uditivo che colpisce milioni di persone nel mondo. Un poblema diffuso tra musicisti e dj sottoposti ad un volume sonoro troppo elevato

Gli acufeni sono una condizione comune che si manifesta con la percezione di suoni o rumori nell’orecchio in assenza di una fonte esterna reale. Questi suoni possono variare da un leggero ronzio a un sibilo costante, e possono essere intermittenti o continui, e variare in intensità. Spesso descritti come “fischi” nelle orecchie, gli acufeni possono diventare un problema significativo per chi ne soffre, influenzando la qualità della vita.

Molti musicisti affermano di avere questo problema che si stima colpisca circa il 15-20% della popolazione. Sebbene gli acufeni non siano una malattia in sé, possono essere un sintomo di vari problemi di salute, alcuni dei quali richiedono attenzione medica. La percezione costante di suoni inesistenti può variare da un lieve fastidio a un disturbo debilitante. E’ importante capire cosa li causa , come si manifestano e quali opzioni di trattamento sono disponibili per gestirli.

Indice

Cosa sono gli acufeni

Gli acufeni sono una percezione sonora in assenza di un vero stimolo esterno. Questo disturbo uditivo può manifestarsi in varie forme, tra cui ronzii, fischi, sibili o ticchettii, e può variare in intensità e durata. Il disturbo può colpire una o entrambe le orecchie e possono essere intermittenti o costanti.

Gli acufeni sono principalmente di due tipi: soggettivi e oggettivi. I primi soggettivi sono quelli che solo il paziente può sentire e sono la forma più comune. Gli acufeni oggettivi, invece, possono essere percepiti anche da un medico tramite un esame specifico e sono spesso causati da problemi vascolari o muscolari.

La natura degli acufeni può variare notevolmente da persona a persona. Alcuni possono avvertire un suono costante e di basso livello che riescono a ignorare facilmente, mentre altri possono essere disturbati da un rumore forte e intermittente che interferisce con la loro vita quotidiana. In alcuni casi, l’acufene può essere così intenso da compromettere il sonno, la concentrazione e il benessere psicologico del paziente.

Quali sono i sintomi

I sintomi degli acufeni possono variare in intensità e natura. Alcune persone descrivono il suono come un ronzio, un sibilo, un fischio o un ticchettio. In alcuni casi, i suoni possono essere intermittenti, mentre in altri sono continui. La gravità dei sintomi può variare da un lieve fastidio a un problema debilitante.

La gravità del disturbo dipende anche dalla reazione emotiva del paziente, poiché stress e ansia possono peggiorare i sintomi. Alcune persone possono adattarsi facilmente alla presenza degli acufeni e riuscire a ignorarli, mentre altre possono trovarli estremamente disturbanti, al punto da interferire con il sonno, la concentrazione e le attività quotidiane.

In alcuni casi, gli acufeni possono essere accompagnati da altri sintomi, come perdita dell’udito, vertigini, o una sensazione di pressione nell’orecchio. È importante che chiunque soffra di questi sintomi consulti un medico per una diagnosi approfondita. La diagnosi si basa principalmente sulla descrizione dei sintomi da parte del paziente. Il medico può eseguire una serie di test, come l’audiometria, per valutare l’udito e identificare eventuali cause sottostanti.

Perechè vengono gli acufeni

Le cause degli acufeni possono essere molteplici e variano da problemi temporanei a condizioni più serie. Una delle cause più comuni è l’esposizione a rumori forti, che può danneggiare le cellule sensoriali dell’orecchio interno. Altre cause includono:

  1. Accumulo di cerume: Un’eccessiva quantità di cerume può bloccare il condotto uditivo e causare acufeni.
  2. Infezioni dell’orecchio: Le infezioni possono infiammare e danneggiare l’orecchio interno, portando a questo disturbo.
  3. Problemi cardiovascolari: Alcuni disturbi del flusso sanguigno possono causare acufeni oggettivi, percepiti come pulsazioni.
  4. Disturbi metabolici: Malattie come il diabete possono influenzare la salute uditiva.
  5. Farmaci ototossici: Alcuni farmaci possono danneggiare l’orecchio interno come effetto collaterale.

Anche lo stress e l’ansia sono fattori che possono peggiorare la percezione degli acufeni. In alcuni casi, possono essere un sintomo di condizioni più gravi, come un tumore al nervo acustico (neuroma acustico) o altre patologie neurologiche.

Cosa fare per calmare gli acufeni

La gestione degli acufeni spesso richiede un approccio multidisciplinare, che coinvolge medici, audiologi e psicologi. È importante che i pazienti siano seguiti da professionisti esperti per ottenere il miglior risultato possibile. Non esiste una cura definitiva, ma ci sono diversi trattamenti che possono aiutare a gestire i sintomi.

Esistono diversi rimedi e trattamenti per gli acufeni, e la scelta del trattamento dipende dalla causa sottostante e dalla gravità dei sintomi. Ogni trattamento ha i suoi pro e contro e deve essere scelto in base alle specifiche condizioni del paziente. Tra le opzioni disponibili, troviamo terapie sonore, trattamenti psicologici come la terapia cognitivo-comportamentale, e modifiche allo stile di vita.

  1. Terapie comportamentali: La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) può aiutare a ridurre lo stress e a modificare la percezione dei rumori nell’orecchio.
  2. Apparecchi acustici: Possono essere utili per chi soffre anche di perdita uditiva, migliorando la percezione dei suoni esterni e riducendo la percezione degli acufeni.
  3. Terapia del suono: L’uso di rumori di sottofondo o generatori di suoni può aiutare a mascherare gli acufeni.
  4. Farmaci: Alcuni farmaci possono aiutare a ridurre i sintomi, soprattutto se associati a condizioni come l’ansia o la depressione.
  5. Interventi chirurgici: In rari casi, quando gli acufeni sono causati da problemi strutturali, può essere necessario un intervento chirurgico.

Artisti che soffrono di acufeni

Gli acufeni sono una condizione comune tra i musicisti, spesso a causa dell’esposizione prolungata a suoni ad alto volume durante concerti e prove. Tra gli artisti italiani che non hanno fatto mistero di avere gli acufeni o averne sofferto ci sono Piero Pelù, Caparezza, Gino Paoli. La loro esperienza evidenzia l’importanza della consapevolezza e della protezione dell’udito, sia per i professionisti del settore musicale che per il pubblico ai concerti.

Tra glia rtisti stranieri il leggendario chitarrista britannico Eric Clapton ha parlato apertamente dei suoi problemi causati dai livelli elevati di suono durante la sua lunga carriera. Phil Collins ha problemi di udito che hanno influito significativamente sulla sua carriera musicale e sulle sue performance dal vivo. Il chitarrista dei The Who Pete Townshendha sofferto di acufeni per molti anni per la musica ad alto volume suonata durante la sua carriera della band, nonché all’uso di cuffie in studio.

Il frontman dei Coldplay Chris Martin ha rivelato di avere acufeni da quando era ventenne e ha sottolineato l’importanza di proteggere l’udito e ha fatto campagne di sensibilizzazione sull’uso dei tappi per le orecchie durante i concerti. Will.i.am dei Black Eyed Peas ha condiviso la sua esperienza spiegando che il disturbo è presente nella sua vita quotidiana. Neil Young ne ha sofferto per molti anni, ed è noto per aver adottato misure per proteggere il suo udito nelle fasi successive della sua carriera.

La celebre cantante e attrice Barbra Streisand li ha avti sin dall’infanzia. Il batterista dei Metallica Lars Ulrich ha dichiarato di avere acufeni e ha discusso l’importanza di proteggere l’udito tra i musicisti. Jeff Beck ne ha sofferto di acufeni per molti anni. ha continuato a suonare e registrare musica, ma ha sempre sottolineato l’importanza della protezione dell’udito. Ozzy Osbourne, frontman dei Black Sabbath, ha vari poblemi all’udito inclusi gli acufeni, per gran parte della sua carriera.


Articolo precedenteIl quintetto perduto di Miles Davis
Articolo successivoRadio in Italia: la nascita della Rai
Autore: Fulvio Binetti
Fulvio Binetti è un editore online, fondatore di Bintmusic.it, musicista, produttore e esperto di comunicazione digitale. Da oltre tre decenni collabora con le principali realtà del campo audiovisivo, discografico ed editoriale, dove si è distinto nella produzione di canzoni e colonne sonore per tv, radio, moda, web ed eventi. In qualità di blogger, condivide approfondimenti su musica, cultura e lifestyle. Per saperne di più leggi la biografia o segui i suoi profili social.