L’abbigliamento vintage è una scelta di moda ecologica e un’opportunità per esprimere la propria individualità. Consigli e siti online che offrono una comoda soluzione per acquistare capi d’epoca straordinari e pezzi unici che riflettono uno stile personale

Nel contesto odierno la crescente consapevolezza ambientale ha portato un numero sempre maggiore di individui a rivolgersi all’abbigliamento vintage per esprimere la propria individualità in modo sostenibile ed elegante. Ma il gusto del retrò è molto più di una semplice moda. Dalle passerelle alle strade cittadine, è una presenza consolidata che rappresenta un connubio unico tra storia, stile e sostenibilità che riguarda vestiti, oggettistica e design.

Per quanto riguarda l’abbigliamento vintage, sempre più persone si affidano ad internet per l’acquisto di vestiti usati anni 50, borsette, cappotti, e molti altri accessori, anche e soprattutto di lusso. Con una vasta gamma di opzioni disponibili, trovare abiti d’epoca perfetti per il proprio stile personale è diventato più accessibile che mai. Come trovare i migliori capi online e integrarli al meglio nel proprio guardaroba?

Indice

Cos’è l’abbigliamento vintage?

Quando parliamo di abbigliamento vintage, ci riferiamo a capi di vestiario che appartengono a un periodo storico ben definito, che va dagli anni ’20 agli anni ’90 del secolo scorso. E’ molto più di un semplice usato di seconda mano, che invece non ha una datazione precisa e può essere di qualunque anno. E’ anche diverso dall’abbigliamento retrò, che invece è prodotto in tempi recenti ma si ispira a modelli passati.

I vestiti e gli abiti vintage hanno un valore storico, culturale e artistico, e rappresentano lo stile e la moda di un’epoca. L’abbigliamento vintage è una forma d’arte che ci permette di esplorare il passato attraverso tessuti, stili e design che raccontano storie uniche e originali con una personalità propria. L’unicità è evidente nei dettagli, come i ricami a mano, i tessuti pregiati e le silhouette intramontabili.

I capi vintage possono risalire a diverse epoche, dagli eleganti anni ’20 ai vivaci anni ’70, o persino ai ribelli anni ’90. Questa diversità di stili permette a chiunque di trovare qualcosa che rispecchi il proprio gusto. Indossare abiti retrò permette di distinguersi dalla massa, con pezzi unici che non si trovano nelle collezioni di moda contemporanea. Per questo non esiste un tipo di persona in particolare interessata a questo stile aperto e condiviso.

Il bello dei vestiti vintage

L’abbigliamento vintage ha molti vantaggi, sia dal punto di vista estetico che etico. Innanzitutto è originale e unico. Indossando un capo vintage, avrai la certezza di non incontrare nessuno con lo stesso outfit e potrai esprimere la tua personalità e il tuo gusto, scegliendo tra una varietà di stili e epoche diverse. I capi vintage sono spesso realizzati con materiali pregiati e resistenti, come lana, cotone, seta o lino. Le rifiniture sono curate e i dettagli sono ricercati.

I vestiti vintage piacciono perchè enuncia il valore dell’accessorio, che insieme a qualità delle stoffe, cuciture e periodo di creazione, entra a far parte di una narrazione. Vuoi mettere indossare un pezzo ‘vissuto’ stile anni ’90 piuttosto che un banale e dozzinale capo di qualche grande magazzino di moda? Inoltre in questo modo si favorisce l’economia circolare e il riuso che è sempre più parte delle nostre vite di consumatori consapevoli.

L’abbigliamento vintage dura nel tempo e non passa mai di moda ed è davvero sostenibile. Acquistando un capo usato contribuisci a ridurre lo spreco e l’inquinamento causati dalla produzione e dal consumo del fast fashion. Il vintage è una forma di riciclo creativo, che valorizza le risorse esistenti e ne evita lo smaltimento. Inoltre è conveniente, perchè l’usato ha prezzi accessibili e competitivi, soprattutto se confrontati con quelli dei capi nuovi di pari qualità.

Secondo l’artista e critica d’arte statunitense Martha Rosler, che ha organizzato una raccolta di capi vintage benefica al Museo d’arte contemporanea di New York, ogni oggetto possiede una storia, dalla creazione fino all’ultimo gradino, quando viene scambiato o buttato. Il vero valore è questo. Il significato di ‘usato’ in questo modo si trasforma da modalità di risparmio a stile di vita in cui diventa importante anche trattare sul prezzo, come in un vero ‘garage sale’.

Stile dell’abbigliamento vintage

Lo stile è forse l’elemento più evidente e facile da riconoscere di un capo vintage con una ricchezza di stili, colori, tessuti e forme che possono essere reinterpretati in chiave moderna e creativa. Ogni decennio ha avuto le sue tendenze e le sue icone di moda, che si riflettono nei modelli, nei colori, nelle stampe e negli accessori dei vestiti e degli abiti. Indossare un capo vintage significa quindi non solo vestire un pezzo di storia, ma anche essere al passo con i tempi.

Gli anni ’50 sono stati caratterizzati da abiti femminili e eleganti, con gonne a ruota, cinture in vita, scollature a cuore e stampe floreali. Questo stile ha ispirato molti brand come Dolce & Gabbana, Prada e Dior, che hanno riproposto questi elementi nelle loro collezioni.

Gli anni ’60 hanno segnato l’esplosione della minigonna, del colore e della fantasia. Il look iconico di Twiggy, con i suoi occhi truccati, i capelli corti e le gambe in vista, ha influenzato molte modelle e celebrità. Anche la moda attuale si rifà a questo stile, con abiti corti, geometrici e pop-art.

Gli anni ’70 sono stati l’epoca della disco music, del glam rock e dell’hippie chic. I capi simbolo di questo periodo sono i pantaloni a zampa, le tute scintillanti, le camicie a fiori e le giacche di pelle. Questi elementi sono stati ripresi da molti stilisti come Gucci, Saint Laurent e Balmain, che li hanno resi più sofisticati e attuali.

Gli anni ’80 sono stati i più eccentrici e audaci, con colori fluo, spalline oversize, leggings, jeans strappati e accessori vistosi. Questo stile ha ispirato molti artisti musicali come Madonna, Cyndi Lauper e Michael Jackson. Anche la moda odierna si rifà a questo stile, con capi sportivi, metallizzati e streetwear.

Riconoscere il vintage autentico

L’abbigliamento vintage è molto ricercato dagli appassionati di moda retrò, ma anche da chi vuole fare un investimento o una collezione. Anche in questo campo però non tutto è originale, ma possono esserci imitazioni e capi usati di poco valore. Ci sono alcuni elementi che possono aiutarci a riconoscere un capo vintage autentico:

L’etichetta riporta nome del produttore, paese di origine, taglia, composizione e istruzioni per il lavaggio. Le etichette possono variare a seconda del periodo storico e del paese di produzione, ma in generale possiamo dire che le etichette più vecchie sono più semplici e meno dettagliate di quelle moderne. Possono essere cucite o stampate sul tessuto, e in alcuni casi possono essere state rimosse o sostituite. Vintage Fashion Guild offre una guida dettagliata.

Il tessuto è un altro elemento fondamentale per identificare un capo vintage. Ogni epoca ha avuto i suoi tessuti caratteristici, che possono essere naturali (cotone, lana, seta, lino) o sintetici (nylon, poliestere, acrilico). I tessuti naturali tendono a invecchiare meglio e a conservare colore e forma, mentre i tessuti sintetici possono ingiallire, scolorire o deformarsi con il tempo. Le fibre sintetiche sono stati introdotte progressivamente nel corso del XX secolo; un capo che sembra degli anni ’50 ma è fatto di poliestere, probabilmente è una riproduzione o di un falso.

La cucitura è un altro aspetto da osservare attentamente per valutare l’autenticità di un capo vintage. Le cuciture, più o meno accurate e resistenti, possono essere fatte a mano o a macchina. Quelle a mano sono più rare e preziose di quelle a macchina, ma anche più fragili e soggette a rottura. Le cuciture fatte a macchina possono essere di diversi tipi: overlock (che impedisce lo sfilacciamento dei bordi), piatta (che crea una linea netta e pulita) o a zig-zag (che permette una maggiore elasticità). Le cuciture possono anche essere nascoste o visibili, e possono avere dei dettagli decorativi come bottoni, zip, lacci o ricami.

Abbigliamento vintage online

Se siete alla ricerca di abbigliamento vintage, il web è offre molte possibilità. Esistono infatti numerosi siti e piattaforme che si occupano di vendere capi di qualità, provenienti da tutto il mondo e a prezzi accessibili. Prima di acquistare da un sito, è bene verificare la scelta di capi, divisi per epoca, stile, taglia e colore e la sua affidabilità. Un altro aspetto da valutare è il costo, la modalità di spedizione dei capi, l’assistenza e l’eventuale reso o cambio merce. Tra i siti più popolari e affidabili ci sono:

Etsy Si tratta di una piattaforma che mette in contatto venditori e acquirenti di prodotti fatti a mano o vintage. Qui potete trovare una vasta selezione di abbigliamento vintage, proveniente da tutto il mondo e a prezzi variabili. Potete anche contattare direttamente i venditori per chiedere informazioni o richiedere personalizzazioni

Asos Marketplace E’ la sezione dedicata al vintage del famoso sito di moda ASOS. Qui potete trovare capi vintage selezionati da boutique indipendenti o da privati. Potete anche filtrare la ricerca per epoca, stile, taglia o prezzo

Vestiaire Collective Sito specializzato nella vendita di abbigliamento e accessori di lusso usati o vintage. Qui potete trovare capi firmati da grandi marche della moda, come Chanel, Dior, Gucci o Prada. Ogni capo viene controllato da un team di esperti prima di essere messo in vendita, per garantirne l’autenticità e la qualità

AmericanVintage Dedicato a chi desidera acquistare prodotti di qualità secondo modelli essenziali, novità e più venduti per donna e uomo. Un’intera sezione è dedicata alle proposte outlet per uomo e donna con immagini dei modelli e prezzi scontati

Angelo La mecca del vintage, così si fa chiamare questo negozio tra i più forniti d’Europa. Vendita e noleggio abbigliamento e accessori usato. Collezione di oltre 50.000 capi usati per servizi fotografici, stilisti e noleggio

VintageCouture Abbigliamento anni 60-70 e capi d’alta moda usati. Si possono trovare pezzi rari e beni di lusso autentici tra borse, gioielli d’autore e accessori di moda di diverso tipo e epoche

HumanaVintage Vasto assortimento di capi vintage originali per uomo e donna e anche di seconda mano. Gli utili delle vendite vengono devoluti in parte a progetti benefici

Rosegal Un negozio online che offre abiti, anelli, orologi, borse e molto altro tutto in stile vintage. Nuovi arrivi e offerte da seguire direttamente sul sito in inglese

Pifebo Vintage shop specializzato in occhiali e accessori anche firmati. Novità del mercato e le condizioni per l’acquisto di abbigliamento maschile e femminile


Articolo precedenteVestiti usati online abbigliamento usato
Articolo successivoAutotune cos’è come funziona perchè usarlo
Autore: Redazione
Da due decenni esploriamo idee che dalla musica coinvolgono cultura, società e lifestyle. Scrivendo di passioni, tecnologia, mercato, economia e benessere, trattiamo alcuni temi anche per stimolare riflessioni che promuovano uno stile di vita più armonioso e consapevole. Le nostre pubblicazioni hanno raggiunto milioni di lettori.