Sarà la grandezza degli interpreti o il mercato discografico sempre più piccolo, la musica classica inizia a farsi sentire anche nelle classifiche di vendita. Il disco di Claudio Abbado con Martha Argerich al pianoforte entra direttamente al 16esimo posto della classifica dei dischi più venduti in assoluto in Italia.

Si tratta dell’album pubblicato l’11 febbraio dalla Deutsche Grammophon del Concerto per pianoforte K503 e K466 registrato dal vivo nel marzo 2013 al Festival di Lucerna, l’ultima registrazione del maestro recentemente scomparso all’età di 80 anni. Sul palco ci sono due tra i più prestigiosi interpreti in ambito classico degli ultimi decenni e sicuramente la fresca notizia della morte del grande maestro avrà fatto la sua parte sul pubblico, ma non è cosa di tutti i giorni vedere un disco di musica classica entrare in classifica.

Claudio Abbado è riuscito anche in questo, forte della sua storia e del suo amore per la musica che traspare in questo disco come messaggio di grande speranza e vitalità. D’altronde è grazie a personaggi come questi se la musica classica nel 2013 è cresciuta di un 53% arrivando a rappresentare il 12% del mercato italiano contro il solo 7% del 2012.